«Andremo avanti con la protesta»Ma i disoccupati dove sono?
Attualità

«Andremo avanti con la protesta»
Ma i disoccupati dove sono?

«Andremo avanti ad oltranza, finché il coordinamento nazionale non ci dirà di sospendere la manifestazione». Con queste parole Luca Nardi, organizzatore della manifestazione di protesta astigiana

«Andremo avanti ad oltranza, finché il coordinamento nazionale non ci dirà di sospendere la manifestazione». Con queste parole Luca Nardi, organizzatore della manifestazione di protesta astigiana contro il Governo, ha ufficializzato la prosecuzione dell’agitazione pacifica che li ha visti protagonisti fin dalle prime luci dell’alba. Durante la giornata sono stati ricevuti dal Prefetto, a cui hanno ufficializzato la richiesta di dimissioni del Governo Letta e le relative motivazioni. «La Prefettura ha preso atto della nostra richiesta che ha prontamente verbalizzato e l’ha inviata a Roma – ha continuato Nardi – Ci hanno fatto i complimenti per la correttezza con cui si è svolta la manifestazione di protesta. Però una cosa la voglio rimarcare: dove sono tutti i disoccupati della città? La loro adesione è stata molto modesta. Il 70% dei manifestanti o ha un lavoro regolare o è un piccolo imprenditore. Mi aspettavo più disoccupati, non posso pensare che a loro le cose vadano bene così». I manifestanti della prima ora sperano che domani il numero di partecipanti possa crescere in modo tale da organizzare presidi anche in altri luoghi della città.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale