La Nuova Provincia > Attualità > Antiparassitari per il gatto: la guida sulle tipologie e sui migliori
Attualità-

Antiparassitari per il gatto: la guida sulle tipologie e sui migliori

Oggi i prodotti fra cui scegliere sono innumerevoli

Proteggere i nostri piccoli felini da pulci, zecche, pappataci e altri parassiti pericolosi e fastidiosi è un dovere e una cosa che si fa anche per la salute di chi convive con questi animali. Gli antipulci per i gatti vanno quindi utilizzati, perché ad oggi sono l’unico modo davvero efficace per liberarsi di questi sgraditi ospiti.

Se un tempo si poteva preoccuparsi di proteggere il gatto anche solo in primavera e in estate, oggi dobbiamo considerare che i parassiti ci sono tutto l’anno. Questo perché gli animali da compagnia sono molto spesso anche in casa e, quindi, con il riscaldamento anche in inverno possono vivere benissimo fra i peli dell’animale. I parassiti, insomma, non sono più stagionali, ma ci sono sempre.

Non tutti i prodotti sono uguali

I prodotti fra cui scegliere per liberare i nostri amici a quattro zampe da questo problema sono innumerevoli oggi. Li troviamo nei supermercati, nei negozi specializzati e anche online. È bene sapere, tuttavia, che i prodotti antiparassitari non sono tutti uguali e per la salute del gatto è meglio scegliere qualcosa di qualità, che funzioni, ma che non sia dannoso per la sua salute o per quella di chi gli sta intorno.

Gli articoli antiparassitari con queste caratteristiche si trovano oggi nei negozi per animali specializzati, quelli dei supermercati, infatti, non sempre rispondono alle aspettative. Negozi come Bauzaar.it, ad esempio, offrono solo marchi d’eccellenza, con antiparassitari sicuri e molto efficaci. Il marchio migliore?
Secondo la maggior parte degli utenti Monge, un’azienda seria che lavora da sempre nel settore e che non ha mai smesso di fare ricerca per raggiungere obiettivi di qualità sempre migliori.

Tipologie di antiparassitari

Spot

Questi antiparassitari sono forse quelli più utilizzati perché molto pratici. In sostanza si tratta di un prodotto commercializzato in pipetta che va posto sulla nuca del gatto (dove non si può leccare), allargando il pelo direttamente sulla cute. Se ci sono più gatti insieme, per evitare che l’uno lecchi via il prodotto dall’altro, meglio separarli per qualche ora finché il prodotto non si è asciugato. Il liquido si diffonde sulla pelle dell’animale grazie al sebo e i parassiti non hanno scampo, anche le nuove generazioni che nascono dopo l’applicazione. Il prodotto dà una protezione di 6 settimane all’incirca.

Spray

Lo spray va bene per i gatti particolarmente delicati, ma anche mansueti (per non avere problemi nell’applicazione). Il prodotto va sostanzialmente spruzzato sul gatto, evitando ovviamente le zone sensibili del viso e degli occhi. Per sicurezza lo spray si applica indossando i guanti, spruzzando magari prima il prodotto sulle mani e poi passandole sul micio, massaggiandolo su tutto il corpo così da essere sicuri che sia interamente ricoperto. La protezione è garantita così per 1-3 mesi in base alla tipologia di prodotto.

Shampoo

Se il gatto si fa lavare e non ha paura dell’acqua o si intende avvicinarlo a questa, è anche possibile utilizzare uno shampoo antiparassitario. La durata della protezione data dal prodotto è di circa un mese.
Questi prodotti non sono moltissimo usati perché di solito il gatto non ama l’acqua, in tutti i casi ci sono per i casi eccezionali. In questo tipo di prodotto è importante fare attenzione alla modalità di utilizzo del prodotto: le indicazioni sulla confezione sono da seguire nel dettaglio perché altrimenti potrebbe essere nocivo o fare lui male.

Collarino antipulci

Un classico antiparassitario è altrimenti il collare per il gatto, un dispositivo molto usato perché poco impegnativo e anche carino da vedere. Il prodotto va applicato come indicato, né stretto, né largo e va chiuso bene. Il collare sarà in grado di rilasciare gradualmente la sostanza antipulci così da fornire una protezione lunga, anche fino a 8 mesi in alcuni casi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente