Asti: 105 telecamere monitorano la città
Attualità

Asti: 105 telecamere monitorano la città

Circa 870.000 euro i soldi investiti, cui si aggiungeranno, grazie al Piano Periferie, ulteriori 580.000 euro per piazzare altre 22 telecamere nelle principali vie d’ingresso alla città

Dopo la visita del Ministro dell’Interno Marco Minniti è stata la volta dei giornalisti vedere dal vivo come funziona la nuova sala operativa della polizia municipale collegata alle 105 telecamere di sorveglianza sparse tra la città e le frazioni. Lunedì mattina il sindaco Brignolo, l’assessore alla sicurezza Sorba, il comandante Saracco, il dirigente Berzano e alcuni tecnici hanno mostrato la recente implementazione del sistema di videocontrollo di Asti dopo l’installazione delle nuove telecamere del Pisu, quelle nelle frazioni e la sostituzione degli apparati più obsoleti finanziata con oneri di urbanizzazione.

Circa 870.000 euro i soldi investiti, cui si aggiungeranno, grazie al Piano Periferie, ulteriori 580.000 euro per piazzare altre 22 telecamere nelle principali vie d’ingresso alla città. Le telecamere mostrano in diretta le immagini che possono essere facilmente selezionate grazie ad una comoda mappa interattiva gestita dal sistema centrale, commissionato alla società Vigilate con sede legate ad Asti.

Continua la lettura sul giornale in edicola, o acquista la tua copia digitale

Riccardo Santagati

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale