Asti: colpo di scena, il M5S va al ballottaggio
Attualità

Asti: colpo di scena, il M5S va al ballottaggio

Durante il controllo dei voti sono emerse circa cinquanta preferenze in più per Massimo Cerruti rispetto a quelle in favore di Angela Motta: ecco cosa cambia

Dopo la conta dei voti al fotofinish, con un vantaggio di appena 13 preferenze per Angela Motta, ecco il colpo di scena finale delle elezioni di Asti di domenica: al ballottaggio del 25 giugno si sfideranno il Movimento Cinque Stelle, con il candidato a sindaco Massimo Cerruti, e Maurizio Rasero, esponente del centrodestra.

Non più Angela Motta e il Partito Democratico, quindi, ma i pentastellati che ieri, al termine dello spoglio, avevano dichiarato la volontà di chiedere il riconteggio dei voti, poi avvenuto questa mattina.

Sarebbero più di una cinquantina i voti di scarto, in favore di Cerruti, che il controllo di oggi in Tribunale ha accertato, abbastanza per decretare la sconfitta del PD astigiano e delle liste collegate. In totale Motta si fermerebbe a 5.032 voti, Cerruti a 5.082, dato ancora da confermare.

Attimi concitati, prime dichiarazione ufficiose, ma l’umore dei Cinque Stelle è cambiato di colpo e già pensano alle prossime due settimane di campagna elettorale in vista del voto.

«Un’emozione che difficilmente ho provato nella mia vita, tantissime persone che mi hanno chiamato con voce emozionata, un grande lavoro da parte di tutti, ora avanti tutta. Siamo al ballottaggio!» è stato il primo commento del capogruppo pentastellato Davide Giargia.

 r.s.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale