La Nuova Provincia > Attualità > Asti, confermato il cda di Gaia spa che porterà a termine il piano industriale da 56 milioni di euro
Attualità Asti -

Asti, confermato il cda di Gaia spa che porterà a termine il piano industriale da 56 milioni di euro

L'assemblea dei Comuni astigiani e del socio privato Iren Ambiente ha approvato il bilancio in attivo e ha conferito il terzo mandato alla stessa dirigenza

L’ingegner Visconti presidente per il terzo mandato

Venti giorni fa, alla presentazione alla stampa del bilancio in attivo di Gaia, il presidente Luigi Visconti non aveva nascosto il desiderio di riconferma insieme al cda che aveva portato alla rinascita la società che si occupa dello smaltimento dei rifiuti astigiani. Una conferma che avrebbe consentito alla “squadra” dirigenziale di portare a termine il complesso piano industriale avviato qualche anno fa che prevede, a fine lavori, investimenti per 56 milioni di euro. Ma, aveva anche aggiunto, è giusto che la politica faccia le sue scelte e «noi siamo evidentemente dei tecnici, non dei politici» lasciando trasparire notevoli dubbi su un terzo mandato.

Cambiato solo il collegio sindacale

Invece la politica lo ha sorpreso perché nei giorni scorsi si è tenuta l’assemblea dei Comuni astigiani insieme al socio privato Iren e, al termine dell’approvazione all’unanimità del bilancio 2019 che presenta un utile di 1 milione di euro, è arrivata la decisione di riconfermare in toto il consiglio di amministrazione: Luigi Visconti presidente, Flaviano Fracaro amministratore delegato, Giandomenico Cortassa, Roberto Trinchero e Giusi Di Bartolo consiglieri. Nuovi nomi invece nel collegio sindacale che assolve anche la funzione di revisore dei conti: presidente Andrea Fea indicato dal Comune di Asti, Federica Balbo indicata dal socio privato Iren Ambiente e conferma per Annalisa Conti proposta dai restanti Comuni soci.

Grazie al sindaco di Asti

Sentito il ringraziamento del presidente Visconti per la rinnovata fiducia accordata rivolto soprattutto al sindaco di Asti. «Ma il mio grazie va anche a tutti i dipendenti dell’azienda, ai consiglieri e al collegio sindacale che in questi anni, lavorando con professionalità e competenza, hanno portato Gaia ad ottenere questi importanti risultati».

Riconoscimento per una buona gestione

Anche l’ingegner Flaviano Fracaro, che di Gaia è anche il direttore, ha commentato la riconferma: « La fiducia ricevuta con la nomina di Amministratore Delegato è un importante riconoscimento della buona gestione svolta in questi anni. Ringrazio Iren Ambiente per questo incarico e proseguiremo a lavorare con il massimo impegno per attuare gli investimenti previsti sugli impianti, al fine di raggiungere gli obiettivi indicati nel Piano industriale di GAIA».

L’utile sarà diviso fra i Comuni soci

L’Assemblea ha deciso che l’utile di circa 1 milione, al netto della riserva legale obbligatoria per legge (il 5% pari a 50.581 euro), verrà interamente distribuito ai 116 azionisti in base alle quote possedute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente