La Nuova Provincia > Attualità > Asti, Gianni Bugnano si spegne nel giorno del funerale del fratello gemello
Attualità Asti -

Asti, Gianni Bugnano si spegne nel giorno del funerale del fratello gemello

Era ricoverato in ospedale a causa del Covid. Conosciutissimi in città, sono tanti i messaggi di cordoglio e i ricordi che stanno girando sui social

Una vita indissolubilmente legata da 68 anni che ha trovato una (quasi) contemporaneità anche nella morte. Questa notte, alle 2, all’ospedale di Asti è mancato Gianni Bugnano, 68 anni, fratello gemello di Bruno che era stato trovato senza vita nel loro appartamento di via Corridoni una settimana fa.

Conosciutissimi in città, entrambi i gemelli erano stati colpiti dal Covid ma, mentre Gianni era stato ricoverato in ospedale in condizioni critiche, Bruno stava abbastanza bene da poter vivere la quarantena al domicilio. E’ stato infatti un attacco di cuore a spegnere la sua vita lontana dal fratello. Gianni, in ospedale, non ha mai saputo della morte di Bruno e le sue condizioni, nei giorni scorsi sembravano anche migliorare sensibilmente. Ieri pomeriggio, venerdì, al cimitero di Monale si è tenuta la cerimonia di addio all’esuberante, simpatico, eclettico gemello, pensionato di Gaia spa. Nemmeno 12 ore dopo Gianni, bidello in pensione, si è aggravato improvvisamente ed è deceduto. Non ancora certa la data del suo funerale, che potrebbe tenersi martedì pomeriggio, direttamente al cimitero di Monale, come fatto per Bruno. Riposeranno accanto, come accanto hanno vissuto tutta la loro vita in una simbiosi assoluta che li ha fatti amare da tanti astigiani. Un pezzo di storia cittadina che lascia il vuoto.