La Nuova Provincia > Attualità > Asti: «Perché via Mattarella è trattata così male?»
Attualità Asti -

Asti: «Perché via Mattarella è trattata così male?»

I residenti chiedono al Comune di ripristinare la strada, aggiustare la piattaforma sportiva e fare tutti gli interventi di manutenzione che servono al quartiere

Da via Mattarella l’appello dei residenti

«Il quartiere si sta degradando ogni giorno che passa: il verde è trascurato, i tombini sprofondano, le piattaforme sportive mancano di manutenzione, via Mattarella è franata da tempo e non sappiamo quando sarà ripristinato l’asfalto, ma ci sono altri problemi che speriamo l’amministrazione risolva in tempi rapidi». A dirlo è uno dei residenti di via Mattarella che parla a nome di molti vicini stanchi di «sentirsi trascurati e inascoltati». Siamo nel quartiere di corso Alba, vicino agli orti e non distante dalla ferrovia. Arrivando sul posto si capisce subito che il primo problema è il crollo di parte della strada che oggi è transitabile solo su una corsia in attesa che il Comune trovi i fondi per il ripristino dell’asfalto. Vicino c’è un’area verde, una piattaforma sportiva per il basket, che però manca dei canestri e dove i cartelli sull’uso del campo da gioco sono stati smontati e piegati sotto una panchina. C’è anche un campo da calcio dove le porte sono senza reti e la recinzione è stata forzata in più parti.

«Cosa aspettano a sistemare quella piattaforma da basket? L’abbiamo segnalato al Comune, ma non è servito a nulla» continua il portavoce degli abitanti. Criticità che, secondo i residenti, non vengono risolte perché il quartiere è trascurato. Interpellati a riguardo, gli assessori Morra (lavori pubblici) e Bovino (sport) replicano contestando di aver dimenticato quella zona: «Appena avremo la possibilità economica per pagare i lavori interverremo sulla strada – risponde Stefania Morra – In ogni caso nessuno è isolato e nessuno ha problemi a raggiungere la propria abitazione». L’assessore Bovino aggiunge: «Quest’anno, proprio nel quartiere di corso Alba, siamo intervenuti per rifare il tetto della palestra investendo 20.000 euro e tagliando le siepi. Per il prossimo anno vedremo di inserire a bilancio i soldi per ripristinare i canestri che erano già stati aggiustati, ma che poi qualcuno ha vandalizzato poco tempo dopo».

Articolo precedente
Articolo precedente