Asti: stravincono i sì, ma dopo l'astensione
Attualità

Asti: stravincono i sì, ma dopo l’astensione

Il quorum non è stato raggiunto a livello nazionale e anche la provincia di Asti ha registrato un’astensione quasi del 70% dei votanti

Il referendum sulle trivellazioni in mare è fallito. Il quorum non è stato raggiunto a livello nazionale e anche la provincia di Asti ha registrato un’astensione quasi del 70% dei votanti. Certamente un dato significativo che unisce sia gli astenuti come espressione di voto, contrari a bloccare l’estensione delle concessioni sulle trivellazioni per le società che si occupano di ricercare gas e petrolio entro le 12 miglia marine, con gli “astenuti” storici che, da tempo, si sono disaffezionati alla politica non partecipando più alla vita democratica elettorale.

Al di là delle osservazioni in merito, in provincia di Asti c’erano 165.503 potenziali elettori, ma ai seggi si sono presentati in 48.734, appena il 29,44% degli aventi diritto.

Come da programma, i sì hanno stravinto (seppur in maniera simbolica non essendo valida la consultazione) con 38.279 voti (80,02% degli astigiani). I no sono stati 9.556 (19,98%). Si sono registrate anche 442 schede bianche (0,90%) e 457 nulle (0,93%). Non risultano esserci state schede contestate.

Ancora più significativo il dato nel solo comune capoluogo di provincia: ad Asti hanno votato 16.919 elettori su 57.291 aventi diritto (il 29,53%) e i sì sono stati 13.761 (82,65% dei voti) contro i 2.888 no (17,35%) registrati nelle 78 sezioni scrutinate. Le schede bianche sono state 143 (0,84%) e le nulle 127 (0,75%).

Tutti i risultati degli spogli dei singoli Comuni sono consultabili sul sito della Prefettura di Asti.

r.s.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo