La Nuova Provincia > Attualità > Astigiano sfiorato dalle ultime piogge, ma la protezione civile suggerisce prudenza
Attualità Asti -

Astigiano sfiorato dalle ultime piogge, ma la protezione civile suggerisce prudenza

Allarme maltempo rientrato (per ora), per quanto riguarda la provincia di Asti. E’ stato un evento diviso in due fasi e preannunciato con diffuse allerte che hanno riguardato anche parte della provincia astigiana.

Maltempo: allarme rientrato

Allarme maltempo rientrato (per ora), per quanto riguarda la provincia di Asti. «E’ stato un evento diviso in due fasi e preannunciato con diffuse allerte che hanno riguardato anche parte della provincia astigiana, – ha dichiarato Riccardo Conte, Responsabile Sala operativa della Protezione Civile di Torino – caratterizzato da rapide perturbazioni e forti picchi di precipitazioni, registrati soprattutto nel corso della notte tra il 23 e il 24 ottobre e che nel torinese hanno fatto registrare circa 80 mm di pioggia contro i 65 mm del cuneese, nell’astigiano, queste precipitazioni, sono state invece irrilevanti e comunque, anche nelle zone più a rischio, si sono ormai ridotte di intensità.»

Situazione fiumi sotto controllo

La situazione è quindi ampiamente sotto controllo con oltre venti Centri Operativi Comunali, nel torinese e nel cuneese, attivi per il costante monitoraggio della situazione mentre nell’alessandrino prosegue l’attività di ripristino di strade, case ed argini da parte dei volontari del sistema di protezione civile e rimangono attivi i Centri Operativi Misti dei Comuni Colpiti. La Sala operativa della Protezione Civile regionale continua comunque a seguire attentamente l’evolversi dei fenomeni.

Scongiurato il pericolo frane

Il rischio frane e allagamenti, in Asti e provincia è, al momento, scongiurato e anche le previsioni per i prossimi giorni lasciano ben sperare, l’allerta arancione diramata dal Centro Funzionale di Arpa Piemonte per parte dell’astigiano non è più considerata preoccupante come è stato ribadito anche dall’architetto Roberto Imparato della Protezione Civile di Asti «siamo solo stati sfiorati da questa ondata di maltempo – ha detto – che ci ha girato intorno senza creare rischi per cose o persone, è comunque consigliata prudenza, soprattutto in caso di pioggia forte, ma niente di più di quello che raccomanda il buon senso.»

Molti interventi per proteggere il territorio

Certo è che ad Asti, quando si parla di allerte meteo, il pensiero di tutti corre subito alla parola alluvione, fenomeno cui la nostra città è stata più volte interessata, da quella del 1948 alla più recente e drammatica del 1994, punto di partenza e di consapevolezza che ha portato alla cultura della prevenzione da allora, infatti, tanti interventi sono stati fatti per proteggere il nostro territorio a cominciare dalla pulizia dei fiumi, «comunque per la nostra zona – ha rassicurato Roberto Imparato – siamo al di sotto della soglia di pericolo, la perturbazione si è spostata ad est e le previsioni meteo per i prossimi giorni sono positive.»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente