I bus di Asti sono i meno cariCorse a 1 euro, abbonamenti a 13 euro
Attualità

I bus di Asti sono i meno cari
Corse a 1 euro, abbonamenti a 13 euro

Ogni tanto una buona notizia in mezzo a tante negative non guasta. E viene dagli autobus, visto che noi astigiani abbiamo le tariffe più basse di tutto il Piemonte. Una corsa semplice, infatti, costa

Ogni tanto una buona notizia in mezzo a tante negative non guasta. E viene dagli autobus, visto che noi astigiani abbiamo le tariffe più basse di tutto il Piemonte. Una corsa semplice, infatti, costa solamente 1 euro, mentre a Cuneo, Torino e Verbania costa 1,20 euro a Biella, Casale e Alba; 1,30 euro a Vercelli, Alessandria e Novara. E l’abbonamento mensile? In questo caso la differenza con le altre città piemontesi è ancora più marcato. Ad Asti solo 13 euro, contro i 42 euro di Alessandria, i 38 euro di Torino, i 33 euro di Casale, i 30,50 euro di Cuneo e Verbania, i 30 euro di Novara e Alba, i 24 euro di Biella.

La circostanza è emersa nel corso della riunione in municipio tra il Comune di Asti, rappresentato dal Sindaco Brignolo e dall’assessore Sorba, l’Asp, i gestori del trasporto extraurbano, l’ufficio provinciale dei trasporti e il dirigente regionale Robino, finalizzata a risolvere il problema dei tagli di risorse per l’anno 2015. Il taglio che deve essere affrontato per il trasporto sulla Città di Asti nel 2015 è di 270.000 euro (200.000 conseguenza dello spostamento nel bilancio comunale di queste risorse dal trasporto pubblico ai servizi sociali e 75.000 frutto della riduzione delle risorse regionali). “L’obbiettivo ambizioso che ci siamo posti nella riunione è quello di ridurre la spesa di 270.000 euro senza ridurre la qualità del servizio e senza aumentare il costo dei biglietti – ha detto il sindaco Brignolo – certo non è facile, ma la riunione è stata estremamente interessante e confidiamo di ottenere buoni risultati dall’integrazione tra i servizi attualmente svolti nell’ambito del trasporto urbano con l’extraurbano.

I nostri biglietti e abbonamenti sono sicuramente i meno cari del Piemonte e probabilmente d’Italia, ma vogliamo cercare di non aumentarli – continua Brignolo – perché questo è il nostro contributo all’ambiente e alla mobilità sostenibile, insieme all’estensione della Ztl, l’introduzione dei mezzi euro 6, dei parcheggi scambiatori e al raddoppio delle piste ciclabili presenti in città”. Sul fronte della qualità del servizio da segnalare che si stanno completando le procedure per l’acquisto di altri quattro mezzi Mercedes euro 6.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo