donatori di sangue
Attualità

Avis: giornata del donatore di sangue vissuta a distanza

Il 14 giugno 2020 avrebbe dovuto essere un appuntamento tanto straordinario: l’Italia avrebbe dovuto organizzare l’evento globale per celebrare la Giornata Mondiale del Donatore di sangue!

Avis: giornata del donatore a distanza

Il 14 giugno 2020 avrebbe dovuto essere un appuntamento tanto straordinario, quanto irripetibile: l’Italia avrebbe dovuto organizzare l’evento globale per celebrare la Giornata Mondiale del Donatore di sangue! Ma l’emergenza sanitaria ha rivoluzionato stili di vita e abitudini impattando anche sul sistema della raccolta del sangue e imponendo scelte diverse rispetto alle celebrazioni di questo importante evento. Seppur rimandando tutto al 2021, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) non ha voluto rinunciare a diffondere il messaggio della necessità universale di sangue sicuro.

Grazie a chi ha fatto questa scelta

Ringraziare le persone che, da tempo, hanno fatto questa scelta, e sensibilizzarne altre ancora affinché siano sempre di più i donatori in Italia e nel mondo, sono solo alcuni degli obiettivi della campagna “virtuale” che, non a caso, ha come slogan “Give blood and make the world a healthier place” (“Dona il sangue e rendi il mondo un posto più sano”). Avis Provinciale Asti, in linea con Avis Nazionale, ha aderito a questa iniziativa, che seppur in distanza, permette di festeggiare e ricordare lo straordinario impegno dei donatori.

La solidarietà non si è fermata

La solidarietà non si è fermata durante l’emergenza da Corona Virus neanche ad Asti: non è stato facile superare le paure, riorganizzare le abitudini e adattarsi alle nuove regole, ma i donatori astigiani hanno risposto con disponibilità, mente e cuore agli appelli di Avis. 28 sedi comunali, che compongono Avis provinciale, hanno lavorato attivamente e in sinergia con il Servizio Trasfusionale per sostenere le necessità di sangue: la prenotazione obbligatoria di tutte le donazioni è diventata ormai abitudine e questo oggi permette di accogliere e far donare i donatori astigiani garantendo il distanziamento interpersonale e limitando i tempi di attesa.

8800 donatori all’Avis di Asti

Il 14 giugno 2020 è stata, pertanto, un’importante occasione per rivolgere uno straordinario Grazie agli oltre 8800 donatori della grande “famiglia” di Avis Provinciale Asti che contribuiscono a soddisfare le necessità di sangue delle nostre strutture ospedaliere.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo