Con Libera nuove materie a scuola:guerra, migrazione e povertà
Attualità

Con Libera nuove materie a scuola:
guerra, migrazione e povertà

E' in partenza il corso di formazione per insegnanti ideato e proposto dal Coordinamento provinciale di Libera Asti insieme a Israt, Fondazione Giovanni Goria, Polo Universitario Uni-Astiss e

E' in partenza il corso di formazione per insegnanti ideato e proposto dal Coordinamento provinciale di Libera Asti insieme a Israt, Fondazione Giovanni Goria, Polo Universitario Uni-Astiss e Comune di Asti. Si parlerà di Guerra, migrazioni e povertà. Si tratta di temi più che mai urgenti che si intende approfondire attraverso tre incontri dedicati ai docenti di ogni ordine e grado. Coinvolti testimoni di primissimo piano. Si comincia lunedì 22 febbraio con il giornalista Mimmo Càndito, inviato speciale, commentatore di politica internazionale e corrispondente di guerra de "La Stampa" che dialogherà con Mario Renosio, direttore dell'Israt Asti e con Abdessamad Latfaoui, Imam di Asti e guida spirituale delle moschee del Piemonte, sull'assetto geopolitico in medio oriente e nord Africa. L'Isis e i rapporti tra Islam e Occidente.

Quali chiavi interpretative fornire agli studenti per leggere la contemporaneità e come costruire percorsi alternativi alla logica della contrapposizione culturale e religiosa, sarà l'oggetto di discussione al centro della tavola rotonda. Mercoledì 2 marzo il tema "Povertà e sviluppo" sarà affrontato dall'economista responsabile della campagna Miseria Ladra, Giuseppe De Marzo insieme al Magistrato Livio Pepino che con gli insegnanti analizzeranno il ruolo della scuola nel rimettere al centro il diritto all'uguaglianza e alla dignità. (Art. 3 della nostra Costituzione). Il ciclo di incontri formativi terminerà lunedì 7 marzo, quando si affronterà il tema "Educare nell'insicurezza tra coesione sociale e appartenenza". L'incontro vedrà la partecipazione di Andrea Marchesi, docente di pedagogia all'Università Bicocca di Milano e Michele Gagliardo, Responsabile nazionale "Libera Formazione".

Insieme agli insegnanti ragioneranno e discuteranno sull'incertezza del futuro e sulla percezione di vulnerabilità: la scuola come luogo di formazione. Gli insegnanti interessati a partecipare agli incontri, sono invitati a mandare una mail di iscrizione con i propri dati all'indirizzo: asti@libera.it entro il 15 febbraio. Libera è ente formatore accreditato dal MIUR. Al termine del corso sarà rilasciato regolare attestato di partecipazione. Tutti gli incontri si terranno presso il Polo Universitario Uni Astiss, in Piazzale De André. Info: Libera Asti: 3478255095.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo