«Basta smog e trafficoDateci l’isola pedonale in corso Dante»
Attualità

«Basta smog e traffico
Dateci l’isola pedonale in corso Dante»

Hanno attraversato le strisce pedonali avanti e indietro per buona parte della mattinata i cittadini, commercianti e non, che sabato hanno voluto protestare contro l’inquinamento in corso Dante ma

Hanno attraversato le strisce pedonali avanti e indietro per buona parte della mattinata i cittadini, commercianti e non, che sabato hanno voluto protestare contro l’inquinamento in corso Dante ma anche per chiedere l’immediata pedonalizzazione della strada. A promuovere la protesta sono stati diversi commercianti cui si sono aggiunti dei residenti sebbene, in termini numerici, ci si attendeva un maggior coinvolgimento della popolazione. L’obiettivo è noto: corso Dante, oggi “tangenziale” nord-sud non ufficiale di Asti, deve sostenere volumi di traffico decisamente più elevati di quelli per cui era stata progettata. Lo smog e il rumore, che in alcuni momenti del giorno raggiungono livelli di estrema criticità, non sono più tollerati dal gruppo di commercianti (e residenti) favorevoli alla pedonalizzazione.

«Abbiamo chiesto al sindaco Brignolo di chiudere la strada, almeno nelle domeniche pre natalizie, ma non abbiamo ottenuto risposta – spiega Anna Oliva, portavoce degli esercenti – Il nostro obiettivo è avere la strada pedonale a tempo indeterminato ma, se proprio non è possibile, vogliamo che venga trasformata in una prosecuzione della ZTL di corso Alfieri». Togliere migliaia di auto da corso Dante non è semplice (nessuna amministrazione, probabilmente, ha mai pensato di farlo) ma sarebbe l’unico modo per abbattere le polveri sottili e ridare fiato, in tutti i sensi, non solo ai cittadini ma anche alle attività commerciali. La protesta di sabato ha poi convinto le autorità a chiudere la strada per circa un’ora, così da evitare l’imbottigliamento del traffico.

«Il sindaco è miope e sordo alle nostre richieste – aggiunge Oliva – e mi dispiace essere stata tra quelli che l’hanno appoggiato in campagna elettorale anzi, di averlo spinto a candidarsi. Chiaramente non intendiamo cedere e, anche dopo le feste, torneremo a chiedere almeno la semi pedonalizzazione della strada». Domenica, in via del tutto straordinaria, corso Dante potrebbe essere chiusa ma questo dipenderà da quanto decideranno in Giunta il sindaco e l’assessore alla Viabilità Sorba il quale replica così alle richieste: «Chiudere corso Dante mi sembra una decisione tecnicamente difficile da realizzare; per il resto ne parleremo oggi (martedì ndr) con il sindaco stabilendo cosa fare domenica prossima».

Riccardo Santagati

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale
Precedente
Successivo