Bosco: «In Regione porteròla riapertura della ferrovia Asti - Mortara»
Attualità

Bosco: «In Regione porterò
la riapertura della ferrovia Asti – Mortara»

Sport e politica le passioni di Manuel Bosco, 26 anni di Moncalvo, di professione bancario. In amministrazione l'esordio cinque anni fa con l'elezione a consigliere comunale con il sindaco

Sport e politica le passioni di Manuel Bosco, 26 anni di Moncalvo, di professione bancario. In amministrazione l'esordio cinque anni fa con l'elezione a consigliere comunale con il sindaco Aldo Fara. Per lui domenica la sfida elettorale sarà doppia inseguendo la conferma nell'amministrazione cittadina e concorrendo per Palazzo Lascaris con Italia dei valori.
Quali aspirazioni e motivazioni di questa candidatura?
Quando il segretario regionale di un partito ti chiede la disponibilità per una candidatura così ambiziosa la tentazione di accettare ad occhi chiusi è forte. Il desiderio di rappresentare il tuo territorio, di conoscere una nuova realtà, di metterti in gioco e affrontare il giudizio del pubblico: altre motivazioni importanti che influiscono sulla decisione finale. Ma prima ho chiesto consiglio ad Alberto Pasta, grazie al quale mi ero avvicinato qualche anno prima ad Italia dei Valori. Sapevo che la sua esperienza mi avrebbe dato un'indicazione lucida e precisa. Così è stato, ed eccomi qui.

Un giudizio sull'operato in Regione negli ultimi anni?
Di quello che è successo purtroppo se ne è già parlato abbastanza, davvero non c'è da aggiungere altro. Per questo che il mio slogan è "scegli il Piemonte onesto". Legalità e onestà sono le parole chiave che animano le azioni dell'Italia dei Valori da quasi vent'anni.
Quale la prima istanza dall'Astigiano?
Il ripristino della ferrovia Asti-Mortara. E' l'arteria principale che collega il Monferrato a Milano, non possiamo permetterci di restare tagliati fuori. La maggior parte dei turisti (soprattutto esteri) transita dalla nostra capitale economica e senz'auto non ci può raggiunge. Oltre all'immenso disagio sociale nel venir meno di questo servizio: la benzina costa più del vino, i premi assicurativi aumentano e l'obbligo di possedere un'auto (soprattutto per chi abita in provincia) può significare una spesa importante.

Doppio impegno elettorale?
Ho riflettuto su ciò prima ancora di accettare la candidatura. Anzitutto per verificarne la compatibilità, in secondo luogo per valutare la sostenibilità, che diventa triplo se si considera che sono candidato anche in provincia di Alessandria. A parte dormire 4-5 ore da quasi un mese, sorprendentemente sto riuscendo a tenere separate le cose. Inevitabilmente schierarsi da una parte a livello comunale comporta il rischio di perdere molte preferenze nel proprio paese, ma sono sicuro che i miei concittadini si dimostreranno maturi da capire che si tratta di due cose distinte e che a prescindere dallo schieramento è fondamentale dar voce al proprio territorio.
Cosa può essere utile dell'esperienza in un Comune piccolo nel governo regionale?
Stai a contatto con la gente, capisci le criticità e sei obbligato a lavorare in maniera responsabile. Il tuo operato influisce sulle vite delle persone che vedi per strada quotidianamente: non puoi far finta che non esistano. A volte i giudizi sono impietosi, ma se ti abitui in questo modo diventa automatico fare politica tenendo in considerazione le persone, a qualsiasi livello.

Maurizio Sala

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale
Precedente
Successivo