Cerca
Close this search box.
<img src="https://lanuovaprovincia.it/wp-content/uploads/elementor/thumbs/bruciare-le-sterpaglie-ecco-come-farebrsenza-incorrere-in-sanzioni-56e6881daa6791-nkikzxcrxw6ncpxjsvttshg3rc4kj99ubz18fwm45k.jpg" title="Bruciare le sterpaglie, ecco come fare
senza incorrere in sanzioni" alt="Bruciare le sterpaglie, ecco come faresenza incorrere in sanzioni" loading="lazy" />
Attualità

Bruciare le sterpaglie, ecco come fare
senza incorrere in sanzioni

E' stata emessa l'ordinanza del sindaco che consente di tornare a bruciare le sterpaglie, seppure con cautela per prevenire il rischio di incendi. E' consentita la combustione sul luogo di

E' stata emessa l'ordinanza del sindaco che consente di tornare a bruciare le sterpaglie, seppure con cautela per prevenire il rischio di incendi. E' consentita la combustione sul luogo di produzione dei soli residui derivanti da materiale agricolo e forestale residuo di sfalci, potature o ripuliture in loco nel rispetto dei vincoli riportati nell'ordinanza.

La combustione è ammessa esclusivamente al di fuori del perimetro del centro abitato del capoluogo; le attività devono essere effettuate sul luogo di produzione; durante tutte le fasi dell'attività e fino all'avvenuto spegnimento del fuoco deve essere assicurata costante vigilanza da parte del produttore o del conduttore del fondo (o di persona di sua fiducia) dotata di mezzi idonei al controllo e allo spegnimento delle fiamme.

La combustione deve avvenire ad almeno 50 m. da edifici di terzi, strutture, strade, ferrovie e grandi vie di comunicazione; l'operazione deve svolgersi in assenza di forte vento, nella fascia oraria dall'alba alle ore 11.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Le principali notizie di Asti e provincia direttamente su WhatsApp. Iscriviti al canale gratuito de La Nuova Provincia cliccando sul seguente link

Edizione digitale