Un'avventura fatta di donneL'accoglienza nel nuovo ostello
Attualità

Un'avventura fatta di donne
L'accoglienza nel nuovo ostello

«Questa è stata e continua ad essere una straordinaria avventura di donne», ha esordito la presidente dell’Ecomuseo Elisabetta Serra, responsabile del progetto di accoglienza a Capriglio.

«Questa è stata e continua ad essere una straordinaria avventura di donne», ha esordito la presidente dell’Ecomuseo Elisabetta Serra, responsabile del progetto di accoglienza a Capriglio. «Perchè donna è il sindaco Gozzelino che, alla notizia del loro arrivo data dalla Prefettura ha semplicemente risposto “Se si deve fare, si fa nel migliore dei modi”, alle educatrici Daniela, Silvana e Roberta che in poche settimane si sono ingegnate per insegnare un po’ di italiano ai ragazzi, alcuni di loro analfabeti. Donne sono state le prime caprigliesi che si sono mobilitate per rifornire di vestiti e indumenti i ragazzi. Tutto nel segno di una grande donna caprigliese: Mamma Margherita». E donna lei, Elisabetta, che sul futuro dei pachistani è stata decisa: «Non c’è chiarezza sul prosieguo della convenzione con la Prefettura, ma, per ora, i “ragazzi di Casa Margherita” restano dove sono».

d.p.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo