Canelli, la corsa per Palazzo Anfossi entra nel vivo
Attualità

Canelli, la corsa per Palazzo Anfossi entra nel vivo

A pochi mesi dalle elezioni amministrative di primavera (sempre che la politica nazionale non costringa i cittadini ad anticipare l'affluenza alle urne) le forze politiche che intendono corre per

A pochi mesi dalle elezioni amministrative di primavera (sempre che la politica nazionale non costringa i cittadini ad anticipare l'affluenza alle urne) le forze politiche che intendono corre per Palazzo Anfossi per il rinnovo del consiglio comunale continuano a muoversi per definire liste e programmi entro la fine dell'anno. Al momento, di certo, c'è solo la candidatura di Marco Gabusi, sindaco uscente e ben intenzionato a confermare gli uomini e le donne della sua squadra che lo hanno accompagnato in questi quattro anni e mezzo di amministrazione. Se non tutti almeno buona parte perché pare, sempre secondo i ben informati, che in occasione delle ultime riunioni non fosse presente Roberto Marmo, consigliere comunale di maggioranza ed ex-presidente della Cantina Sociale. Per il resto si rincorrono rumors e indiscrezioni e pochissime conferme.

Nelle ultime settimane chi vive la piazza canellese considera ormai certa la candidatura di Annalisa Conti, commercialista ed ex-assessore al bilancio della Provincia di Asti con delega alla candidatura Unesco. A conferma di ciò, sembrava un incontro a porte chiuse con Pier Giuseppe Dus e Oscar Bielli per verificare, si mormorava, la possibilità di un'altra lista civica di area centro-destra in contrapposizione a quella di Gabusi. Se si chiede però alla diretta interessata, Annalisa Conti non conferma ne' smentisce una sua candidatura. I tempi sono ancora prematuri e sull'argomento preferisce non rilasciare dichiarazioni. Quanto al famoso incontro, l'ex-assessore provinciale conferma che c'è stato ma in quell'occasione non si parlò delle amministrative 2014. Oscar Bielli dal canto suo conferma la sua uscita di scena dal palco della politica, ribadendo l'intenzione di «seguire le prossime elezioni da cittadino e senza avere parte attiva».

Deciso a scendere in campo anche il centro-sinistra canellese che al momento sembra però diviso tra due dei suoi esponenti più noti: Fausto Fogliati e Flavio Carillo, entrambi consiglieri comunali del gruppo «Canelli Futura». Fausto Fogliati già prima dell'estate aveva lanciato la proposta di costruire una lista civica che potesse fornire un'alternativa agli attuali amministratori. «Sto incontrando persone e raccogliendo idee. Prima di Natale ho intenzione di tirare le somme e di verificare la disponibilità di chi ha intenzione di candidarsi. Ribadisco che non necessariamente debba essere io il candidato a sindaco. Mi riterrei più che soddisfatto anche con un ruolo da consigliere». Al lavoro anche Flavio Carillo, che a Canelli è anche coordinatore cittadino del PD, il quale conferma l'intenzione di costruire una lista civica allargata. «Intendiamo far passare le primarie del partito dell'8 dicembre. Dopo di ché avvieremo una serie di riunioni aperte a tutti coloro che si sentono un'alternativa a quelle forze politiche che hanno retto la città negli ultimi 20 anni».

Infine, il Movimento Cinque Stelle che, dopo quel 26% di preferenze strappato alle ultime elezioni politiche, tutti guardano con viva attenzione. «Per il momento stiamo pensando di presentarci con una lista sotto il simbolo del M5S ? spiega Antonio Pellettieri referente del Movimento in Valle Belbo ? le persone che negli ultimi tempi si sono avvicinate si riconoscono nel simbolo del movimento. Sappiamo che sarà una corsa difficile ma puntiamo ad avere almeno un consigliere. Se poi, nelle prossime settimane, si presenteranno dei cittadini con idee valide ma che non si riconosco nel Movimento valuteremo l'ipotesi di una lista civica».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale