Mercato
Attualità
Peggioramento della situazione

Canelli, impennata di contagi. Il sindaco: “Più malati e meno senso civico?”

Folla al mercato del martedì dopo oltre un mese di stop

<Nonostante il passaggio in zona arancione continua l’aumento dei nuovi positivi sul territorio comunale>. Secco l’incipit che il sindaco Paolo Lanzavecchia ha utilizzato nella sua consueta comunicazione settimanale sull’andamento dei contagi da Covid-19 a Canelli (nuovi dati stasera n.d.r.). Celando una certa qual preoccupazione per l’impennata nell’ultima settimana: quaranta i nuovi malati, a fronte di “appena” dieci guarigioni. Al momento sono 79 i canellesi affetti da coronavirus, di cui sette ricoverati in ospedale ma non in gravi condizioni.

Andamento che, però, non ha stupito più di tanto il primo cittadino, che lancia il suo velato, e misurato, j’accuse. <Forse sono stati i pranzi e le cene di Pasqua e Pasquetta – dice, serio -. Non ho nominativi di persone assembrate, ma potrebbero essere i ricongiungimenti di famiglie attorno al tavolo, in tavernetta o in cucina. E sappiamo come il virus, che circola liberamente, in questi casi trovi terreno fertile per attecchire>.

Amara la sua considerazione. <Gli inviti e gli appelli non sempre sono stati rispettati visto il numero dei casi. Questo mi fa riflettere se sia stato giusto chiudere le attività commerciali considerato che l’aumento dei contagi è dovuto più ai comportamenti dei singoli>.

Il primo giorno di mercato “generalista”, martedì scorso, è stato un assalto. Auto parcheggiate sin dal primo mattino da piazza Unione Europea sino alla Casa della Salute senza soluzione di continuità. Tanti gli avventori che si sono aggirati tra le bancarelle che hanno invaso piazza Gancia dopo oltre un mese di assenza.

<Il contagio all’aperto, dicono gli studi, è ridotto ma non per questo si deve abbassare la guardia – ammonisce Lanzavecchia -. Non siamo ancora usciti dalla pandemia, non dobbiamo scordarcelo>.

 

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail