La Nuova Provincia > Attualità > Canelli, tutti vaccinati alla casa di riposo comunale “Bosca”
Attualità Canelli e sud -

Canelli, tutti vaccinati alla casa di riposo comunale “Bosca”

Copertura anti Covid per 35 ospiti e 25 membri del personale. È una delle poche RSA che non ha contato positivi

Vaccinazioni anti-Covid 19 alla casa di riposo “Giulio e Rachele Bosca”. Gli infermieri dell’Asl hanno iniettato il nuovo siero a 35 ospiti ed a 25 addetti, tra assistenti e personale addetto ai servizi interni.

«I “nonnini” si sono sottoposti alla vaccinazione senza sollevare problemi – spiega l’assessore al welfare e vicesindaco Paolo Gandolfo -. Tutto si è svolto nella massima calma e serenità».

Importante anche la partecipazione del personale addetto. «Tra coloro che si sono sottoposti al vaccino gli addetti impiegati alla “Bosca”. Un bel segnale per tutti: manteniamo ferma la barra con il divieto di visita dei parenti, se non attraverso la “stanza dei saluti” appena installata, e le norme si prevenzione che salvaguardano coloro che qui vivono e lavorano».

Tra le prime a farsi iniettare la dose la reggente della struttura, Ana Vasile. «Una testimonianza sia per gli ospiti sia per coloro che, a vario titolo e nei mesi successivi, saranno chiamati alla vaccinazione – aggiunge Gandolfo -. Esempi positivi per i canellesi». Funziona, seppur con il necessario distanziamento imposto dalle lastre in plexiglas, la “Stanza dei saluti”, sorta di “cubo” trasparente dotata di due protezioni in lattice nelle quali il parente della persona ricoverata infila le braccia per poter abbracciare il congiunto. «Un modo per essere più vicini, dopo anto tempo, ai propri cari. – spiega l’assessore -. E’ pur vero che quest’operazione non sostituisce l’abbraccio vero e proprio, ma offre comunque la possibilità di far sentire la propria vicinanza alla persona che da mesi non vedeva figli o nipoti». Rsa ancora covid-free e, di questi tempi, è un risultato non di poco conto. «Siamo soddisfatti del risultato raggiunto – conferma il sindaco Paolo Lanzavecchia -. L’attenzione e la cura messa nella gestione del complesso in questo ultimo anno ha dato i suoi frutti».


Giovanni Vassallo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *