La Nuova Provincia > Attualità > “Canelli vi aspetta” e ve lo dice da un maxi manifesto
Attualità Canelli e sud -

“Canelli vi aspetta” e ve lo dice da un maxi manifesto

Da lunedì l'immagine realizzata dalla Exploria di Matteo Contini saluterà chiunque entri in città dall'ex mulino vicino al ponte sul Tanaro

Tutto ciò che la città offre in una sola immagine

Il colpo d’occhio è affascinante: le colline del vino al crepuscolo, la città con la Sternia e le borgate disegnate dalle luci della sera, il castello Gancia che svetta illuminato dal tricolore. Immagine ritratta da un drone che ne esalta la profondità con le Alpi sullo sfondo in una suggestione mozzafiato (nella foto una bozza). “Canelli vi aspetta” il motto che campeggia, accompagnato dalle proposte che la città offre: Cattedrali sotterranee, negozi aperti 7 giorni su 7, aperture serali, Canelli in pic-nic e il Moscato d’Asti Docg “Canelli”. Il frutto di un progetto nato dalla collaborazione con Exploria di Matteo Contini che ha realizzato l’immagine panoramica utilizzando 34 foto lavorate con specifici software editing.

Sarà appeso da lunedì vicino all’ex mulino

E’ la nuova campagna promozionale che, da lunedì, prenderà il via da Asti. Il manifesto, 6 metri per 3, troneggerà sul tabellone di corso Savona, nei pressi dell’ex mulino a pochi metri dal ponte sul Tanaro. «E’ il segnale che vogliamo dare di una Canelli sempre viva, vivace e laboriosa – spiega Giovanni Bocchino, assessore comunale a turismo e commercio, ideatore del progetto -. Siamo territorio Patrimonio dell’Unesco e vogliamo giocarci le nostre carte per uscire da tre mesi di “fermo”, a cominciare dal turismo di prossimità in attesa degli stranieri, che arriveranno».

Un marchio per la ripresa

“Canelli vi aspetta” è il marchio che raggruppa le iniziative messe in campo a sostegno della ripresa. Cancellate le manifestazioni, in forse Canelli, Città del Vino a settembre, «era necessario riposizionarci partendo dai nostri valori: il territorio, il vino, le cantine, i percorsi naturalistici, la gastronomia. Pilastri sui quali puntiamo per catturare l’attenzione dei turisti anzitutto piemontesi, ma anche delle regioni vicine, e che ci accompagnerà alla riconquista dei visitatori internazionali» aggiunge l’assessore.

Negozi aperti tutti i giorni della settimana

Promozione che va a braccetto con l’incentivo alla piccola economia, negozi e artigiani «Investiamo in questo senso perché sono loro i più danneggiati dal lockdown ed è nostro preciso dovere aiutarli a rinascere» conferma. Nasce, così, l’apertura “7 su 7” delle attività commerciali e il prolungamento serale, abbinato a momenti di intrattenimento, in estate. Parte “Canelli in pic-nic”, formula innovativa per gli amanti del trekking che non disdegnano l’enogastronomia. Prima di addentrarsi tra i sentieri che tagliano le vigne il turista potrà ordinare il “sacchetto” con il pranzo in uno dei ristoranti convenzionati. Gli verrà consegnata una borsa in tela con il menù scelto, fermandosi a consumarlo in una delle aziende vinicole che hanno aderito all’iniziativa. «Contiamo già una decina di ristoranti e una ventina di aziende vitivinicole che hanno sposato la proposta – racconta Giovanni Bocchino -. Una volta raggiunta la cascina si potrà consumare il pranzo all’aperto abbinandolo ai vini del produttore».

Riapriranno a presto anche le Cattedrali sotterranee

Intanto, anche le “Cattedrali sotterranee” Patrimonio dell’Umanità si stanno organizzando per l’apertura. «Qualcuno sta già effettuando visite – conferma l’assessore -. Altri stanno ancora predisponendo i piani per la visita in sicurezza delle cantine storiche secondo le indicazioni impartite dalle autorità. Sono certo che nel giro di breve tempo potranno nuovamente accogliere, tutt’e quattro (Bosca, Contratto, Coppo e Gancia), i visitatori».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente