La Nuova Provincia > Attualità > Cani, gatti, criceti in chiesa a Santa Caterina per una benedizione
AttualitàAsti Canelli e sud Nizza Monferrato -

Cani, gatti, criceti in chiesa a Santa Caterina per una benedizione

Una messa speciale quella che si è celebrata domenica pomeriggio a Santa Caterina, dove il parroco, don Fabio, aveva ai piedi dell’altare un aiutante molto particolare: il suo cagnolino

Una messa speciale per gli animali

Una messa speciale quella che si è celebrata domenica pomeriggio a Santa Caterina, dove il parroco, don Fabio, aveva ai piedi dell’altare un aiutante molto particolare: il suo cagnolino. E’ stata un successo, infatti, la prima messa con benedizione degli animali che l’associazione Una (Uomo, Natura e Animali) ha voluto organizzare per un momento di fede condiviso con gli amici “pelosi” (e non solo) che sempre più spesso condividono la famiglia.

Decine i padroni degli animali intervenuti

Decine i padroni di animali domestici che si sono presentati all’appuntamento per far benedire cani, gatti, criceti, tartarughe e anche una minilepre dentro il trasportino.
«Don Fabio ci ha riservato una bellissima omelia – ha commentato Claudia Sgarzi, fondatrice di Una Asti – Ricordando i diritti degli animali e i reati cui va incontro chi li maltratta».
Una messa che ogni tanto era interrotta da qualche abbaiata di cagnolini impazienti e un po’ stupiti di essere in un posto dove, per tradizione, non possono entrare.

Presenti anche unità cinofile

Fra i partecipanti unità cinofile, volontari del canile di Asti con alcune bestiole al seguito, la presidente dell’associazione Apri per ipo e non vedenti Renata Sorba che ha fatto benedire il suo amato e prezioso cane guida York.
E poi tante persone anziane, quasi tutte con un cane al seguito, a riconferma, se ancora ce ne fosse bisogno, che un animale domestico salva la vita dalla solitudine e dalla depressione.
Al termine la benedizione sul sagrato e un arrivederci al prossimo anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente