Cantieri Pisu, un nuovo incrocioper entrare nel quartiere Torretta
Attualità

Cantieri Pisu, un nuovo incrocio
per entrare nel quartiere Torretta

Per un cantiere che è in ritardo sui tempi previsti, quello del parcheggio di via Natta, altri si trovano, ormai, alle battute finali. In corso XXV aprile, angolo via Benzi, si è aperto uno degli

Per un cantiere che è in ritardo sui tempi previsti, quello del parcheggio di via Natta, altri si trovano, ormai, alle battute finali. In corso XXV aprile, angolo via Benzi, si è aperto uno degli ultimi lotti del Pisu collegati alla riqualificazione della Torretta. La pensilina dell'autobus, che si trovava sullo spartitraffico triangolare all'incrocio con via Pergolesi, è stata infatti spostata in direzione della scuola primaria Rio Crosio consentendo l'apertura di un piccolo cantiere per il rifacimento dell'incrocio. Lo stesso svincolo, secondo quanto confermato dall'assessore ai lavori pubblici Alberto Ghigo, cambierà radicalmente e non avrà più una via d'accesso e una d'uscita verso il quartiere Torretta, ma un solo lato transitabile a ridosso di via Pergolesi.

Vicino alla fermata del bus si creerà una sorta di piccola piazzetta, con fioriere e panchine, impedendo l'immissione delle auto come invece avveniva fino a pochi giorni fa. Quasi terminato anche il raccordo della pista ciclabile costruito nel giardino della scuola Rio Crosio, tra un condominio e la palestra: «La pista ciclabile, – spiega l'assessore Ghigo – il cui passaggio è stato concordato con la scuola, congiungerà la ciclopedonale della Torretta con quella su strada Laverdina, creando un unico anello ciclopedonale intorno al quartiere». Slitterà di almeno un mese, quindi a metà novembre, la riapertura del parcheggio multipiano di via Natta chiuso a causa del rifacimento del piano rialzato. I lavori, costati 270.000 euro (anticipati dall'Asp e che saranno rimborsati dal Comune nei prossimi tre anni) sono oggetto di un'interpellanza del consigliere comunale Anna Bosia (Uniti per Asti).

Il consigliere di minoranza, ricordando che il parcheggio è strategico in quanto a ridosso degli uffici comunali di piazza Catena, ha interpellato il sindaco per conoscere i motivi del ritardo dei lavori, quali provvedimenti sono stati presi dall'Asp nei confronti dell'impresa appaltatrice e per sapere entro quanto tempo verrà riaperto agli automobilisti. Nell'interpellanza è stata segnalata, inoltre, la presenza di macerie spase sul sito e in attesa di essere smaltite. «Il sindaco deve sapere – commenta Anna Bosia – che ogni giorno di ritardo nella consegna è un giorno di disagio in più per i cittadini, cui viene comunque richiesto il pagamento puntuale di Imu, Tasi e Tari, care e salate». In un primo momento i lavori nel multipiano di via Natta sarebbero dovuti terminare l'11 ottobre, a tre mesi dall'apertura del cantiere avvenuta a metà luglio.

Riccardo Santagati

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale