I premiati della cerimonia del merito dell'Istituto Pietro Andriano
Attualità
Galleria 
Borse di studio

Castelnuovo Don Bosco, assegnate le borse di studio all’Andriano nella “Giornata del merito”

Quindici gli studenti e le studentesse che hanno superato abbondantemente la media dell’otto, ottenendo il premio messo a disposizione dalle aziende del territorio

Riprende la tradizione della “Giornata del merito” all’Istituto Pietro Andriano di Castelnuovo Don Bosco. Ieri mattina sono state consegnate le borse di studio agli studenti meritevoli che si sono distinti durante l’anno scolastico per i risultati raggiunti.

L’atmosfera è quella allegra di una giornata di festa, nonostante il rispetto delle norme anticovid che impone l’uso delle mascherine e lo svolgimento della cerimonia all’aperto che si è svolta sul campo di calcetto sul retro della scuola, pur in una giornata quasi uggiosa.

Quindici gli studenti e le studentesse che hanno superato abbondantemente la media dell’otto, ottenendo il premio messo a disposizione dalle aziende del territorio che riconoscono l’alto profilo dell’insegnamento tecnico fornito dall’istituto castelnovese e ne sostengono l’operato.

Diverse le personalità presenti a partire dalla dirigente scolastica Martina Gado, all’assessora alla cultura di Castelnuovo Valentina Pezzuti e ai sindaci dei paesi vicini.
Alla cerimonia era presente anche il presidente della Provincia Paolo Lanfranco che ha sottolineato come dalla terra dei Santi sia partito l’insegnamento di formare onesti cittadini e che si debba continuare a far crescere delle coscienze impegnate, delle coscienze civiche, al servizio della collettività.

Commovente l’intervento di Felice Andriano, figlio del fondatore dell’istituto tecnico che ha ricordato il padre, medico veterinario, ex presidente della Provincia che si prodigò per lo sviluppo industriale del territorio del nord Astigiano e poi nella formazione dei giovani alle professionalità tecniche.

Quest’anno non sono stati assegnati i viaggi-studio all’estero sponsorizzati dai Lions per le ovvie restrizioni dovute all’emergenza sanitaria.
C’è stata però la sorpresa di una nuova borsa di studio di 500 euro assegnata ad uno studente maturando da parte di Roberto Deideri, patron della Grandi Schermi, società che si occupa di organizzazione di eventi. Deideri ha dedicato la borsa al padre Paolo recentemente scomparso, meccanico con all’attivo un’auto Formula 3 completamente realizzata a mano ed esposta al museo dell’automobile a Torino. Il preside Silvio Manello ha deciso di assegnare il premio ad uno studente della classe dei manutentori, in omaggio al talento meccanico di Deideri.

I vincitori delle borse di studio sono: Umberto Franchin, Lorenzo Passarella, Lorenzo Marcello Fioraso, Giulia Delmastro, Carlo Fasano, Alberto Cravino, Anastasia Di Fazio, Luca Alessandro, Elena Benedicenti, Dennis Ondo, David Carlino, Mirko Lanza, Umberto Pastrone, Daniele Bechis, Gabriele Buellis.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail