La Nuova Provincia > Attualità > Castelnuovo Don Bosco, un nuovo autovelox installato in Via San Giovanni
Attualità -

Castelnuovo Don Bosco, un nuovo autovelox installato in Via San Giovanni

In seguito ad una petizione dei cittadini

Viabilità selvaggia

E’ arrivata fino in Consiglio Comunale la petizione con cui i residenti in via San Giovanni chiedevano al sindaco di disporre misure contro la viabilità selvaggia dei veicoli all’ingresso di Castelnuovo. Lo scorso sabato 1° agosto si è infatti discusso delle possibili iniziative per una mobilità sostenibile in paese. La soluzione pare sia stata trovata nell’installazione di un autovelox mobile da posizionare lungo via San Giovanni, in collaborazione con l’amministrazione di Baldissero che concederà in uso l’apparecchiatura di cui dispone. Contraria l’opposizione del gruppo “Insieme per il Cambiamento” che ritiene la misura insufficiente a risolvere i comportamenti scorretti degli automobilisti.

L’intervento del Sindaco Rago

Il sindaco Antonio Rago aveva comunque già risposto ai firmatari della petizione con un avviso protocollato dai toni piuttosto polemici: <Ricordo – scrive il sindaco – che la via in oggetto è di proprietà della Provincia di Asti, alla quale è già stata inoltrata la vostra richiesta”. Il primo cittadino sottolinea inoltre che per un Comune di 3.500 abitanti non è facile sostenere i costi di pattugliamento delle strade con le poche risorse di Polizia Locale e che la richiesta dei cittadini di via San Giovanni risulta “molto autoritaria.> In ogni caso Rago ha informato della petizione il comandante della caserma dei Carabinieri, sita proprio sulla strada d’accesso a Castelnuovo, ricevendo assicurazioni sul fatto che vengono già svolti, durante l’anno, numerosi posti di blocco e che i pattugliamenti potranno essere intensificati in base alle esigenze di controllo del territorio di competenza.

Carmela Pagnotta

Nella foto, un’immagine di Via San Giovanni

Articolo precedente
Articolo precedente