Celle
Attualità
Grazie ad Antonio Azzalin

Celle Enomondo: come spiegare ai non vedenti le bellezze del mare

Un progetto realizzato nel parco sottomarino delle Cinque Terre con pannelli visiotattili

Da Celle Enomondo alle acque delle Cinque Terre per realizzare cartelli esplicativi dell’ambiente utilizzabili anche dai non vedenti (foto): è un progetto che ha per protagonista Antonio Azzalin, di Celle Enomondo, da tempo impegnato nella realizzazione di un sistema che consenta ai non vedenti di avere tutte le indicazioni necessarie in ogni occasione.

Per questa ragione, quando sono stati allestititi nel Parco naturale delle Cinque Terre i due percorsi natatori subacquei di Vernazza e di Riomaggiore, accessibili ai disabili, anche se minorati della vista, i responsabili del progetto hanno contattato Azzalin, incaricandolo di realizzare dei pannelli sommersi visiotattili grazie al sistema “AzzaBraille”. Il Parco naturale si trova nelle acque sulle quali si affacciano i suggestivi borghi delle Cinque Terre: con il progetto “Neptune” (finalizzato alla valorizzazione del patrimonio naturale e culturale sommerso e alla gestione sostenibile della subacquea ricreativa) si è voluto rendere fruibili a tutti le bellezze subacquee del Parco.

«E’ stato un lavoro che mi ha entusiasmato – spiega Antonio Azzalin – sia per lo scopo sia per la filosofia ecosostenibile e che ho accettato forte dell’esperienza di precedenti mie collaborazioni in tal senso, ad esempio per il Parco Naturale di Portovenere e per i percorsi naturalistici dell’Orto botanico dell’Isola Palmaria. E’ un progetto sperimentale ed inedito, in cui per i due itinerari subacquei sono stati realizzati con materiali ecosostenibili 16 pannelli visiotattili, resi galleggianti dal retro in sughero dotati di ancoraggi ammortizzanti per assecondare il moto marino e studiati per facilitare le operazioni di posa e recupero da parte degli Operatori dell’Area Marina. I pannelli, con grafica visuale a colori e grafica tattile, anche in Braille, riproducono e raccontano la flora e la fauna di quelle aree marine: le descrizioni in italiano e francese, sono state realizzate con la tecnica visiotattile AzzaBraille, la stessa con la quale sono state realizzate le lattine Coca-Cola tattili e diversi lavori visiotattili per importanti musei».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail