Chiusura corso Dante, pochi pedoni e intasamenti in via Fontana e via Berruti
Attualità

Chiusura corso Dante, pochi pedoni e intasamenti in via Fontana e via Berruti

Più ombre che luci nella chiusura domenicale al traffico di corso Dante. L'iniziativa non ha fatto registrare un significativo aumento di presenze pedonali e, per contro, ha determinato gravi

Più ombre che luci nella chiusura domenicale al traffico di corso Dante. L'iniziativa non ha fatto registrare un significativo aumento di presenze pedonali e, per contro, ha determinato gravi problematiche di viabilità in via Fontana e via Berruti, che per quasi tutta la giornata sono rimaste intasate di auto ferme in colonna e si sono trasformate in camere a gas.

«A fine pomeriggio sono personalmente andato a parlare con tutti i commercianti del tratto di corso Dante chiuso al traffico, per fare un bilancio dell’esperimento – dichiara il sindaco Fabrizio Brignolo – e ho potuto registrare l’opinione largamente prevalente secondo cui ha senso realizzare la chiusura al traffico solo quando si riescono a organizzare attività di animazione che richiamino persone». Sul totale delle attività commerciali presenti nel tratto di corso Dante interessato dalla chiusura al traffico nove non hanno aderito all’iniziativa ed hanno tenuto il negozio chiuso. Tre esercenti rimasti aperti si sono detti totalmente contrari e solo tre favorevoli alla limitazione generalizzata dell’accesso veicolare.

La maggioranza degli esercenti, circa otto, hanno invece espresso l’auspicio che si realizzi la chiusura al traffico solo in occasione di mercatini, manifestazioni o iniziative di animazione organizzati per tempo e opportunamente pubblicizzati con adeguato anticipo in modo che possano essere di richiamo per i pedoni. «Convocheremo gli esercenti della zona – aggiunge il sindaco – per vedere se, con il supporto dell’amministrazione e delle associazioni di categoria, saranno in condizione, per il 2014, di organizzare un certo numero di eventi per ripetere l’esperimento della chiusura al traffico».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale