La Nuova Provincia > Attualità > Cisterna d’Asti, i cuori raddoppiano e torna quello gigante sulla collina
Attualità San Damiano -

Cisterna d’Asti, i cuori raddoppiano e torna quello gigante sulla collina

Dopo quello in ferro battuto, i fratelli Povero ripassano quello già realizzato l'anno scorso

Realizzati dai fratelli Povero

Quest’anno le Cantine Povero raddoppiano: doppio cuore, infatti in due dei loro terreni intorno a Cisterna d’Asti.
Due settimane fa è stato realizzato il cuore in ferro battuto, sviluppato in altezza, che da un terreno bonificato di rifiuti e destinato ad ospitare un bosco di querce e sentieri svetta e incornicia il castello di Cisterna.
Nel week end appena trascorso i fratelli Andrea, Luca e Daniele Povero hanno “rispolverato” il primo cuore che avevano realizzato l’anno scorso e che ha incontrato una grandissima popolarità.
E’ quello sul campo in pendenza che conduce a Cisterna, biglietto da visita per chi si reca nel paese.
Sulla stessa area in cui l’anno scorso avevano realizzato, quasi per gioco, il primo cuore seminandovi del sovescio che era avanzato da altre lavorazioni. Un’idea che aveva un successo così grande e un’eco così vasta sui social che hanno deciso di riproporlo anche quest’anno, tenuto conto ancora di più del terribile momento che stiamo vivendo tutti con l’emergenza sanitaria in corso.
Così, fra sabato e domenica, i fratelli hanno dapprima tracciato l’enorme cuore che tiene mezza collina con la fresa e, in cima, hanno scritto con la calce “Andrà tutto bene”.
Un auspicio che non si può non vedere e che per ora è a beneficio solo dei pochi cisternesi che per motivi di lavoro e di necessità si mettono in strada, ma che al termine delle restrizioni sarà visibile a tutti.
Cuori nelle campagne che rappresentano, con il suo simbolo universalmente riconosciuto, l’amore per la terra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente