Alice, astigiana: «Ho studiato Islame Corano e l'ho scelto come credo»
Attualità

Alice, astigiana: «Ho studiato Islam
e Corano e l'ho scelto come credo»

Quella di Alice e Faryd è una storia a lieto fine, nonostante le difficoltà che hanno trovato sulla loro strada nel formare una famiglia. Oggi sono genitori di due bambini, ma sono stati necessari tempo e pazienza per convincere le rispettive famiglie su un unione tra una donna italiana e un uomo musulmano. «Con il rispetto e l’amore alla base si riesce a capirsi», raccontano…

Si conoscono da 15 anni, si sono sposati nel 2008 e hanno due figli. È una storia felice quella di Alice, 30 anni, insegnante e Faryd, 34 anni di origine marocchina. Certo questa felicità è stato un traguardo raggiunto con il tempo e con l’impegno tenace e costante di unire due universi culturali diversi. Faryd è di religione musulmana e ha portato nella vita di Alice tutto il suo universo fatto di valori sostanzialmente differenti dai suoi. “Inizialmente la cultura non ha inciso molto nel nostro rapporto, eravamo molto giovani quando ci siamo conosciuti e ci bastava stare bene insieme”. Le difficoltà sono subentrate quando i due hanno deciso di formare una famiglia.

I parenti di lui si sono mostrati in un primo tempo diffidenti verso un’italiana e avrebbero desiderato una moglie diversa per il figlio, appartenente alla loro stessa cultura, mentre i genitori di Alice hanno subito accettato questo ragazzo indipendentemente dalla sua religione. “I miei genitori mi hanno stupito perché si sono dimostrati accoglienti da subito con Faryd, nonostante la loro mentalità meridionale a volte li faccia essere molto rigidi. Non hanno avuto timori per me, hanno capito che si trattava di un bravo ragazzo”. Con il tempo e la pazienza che solo una donna innamorata può avere, Alice ha persuaso i genitori di Faryd ad accettarla, ora sono nonni felici di due bimbi meravigliosi. Ma come si riesce in concreto a superare le difficoltà e a condividere un progetto di vita quando si proviene da due mondi diversi? “Con il rispetto e l’amore alla base si riesce a capirsi”.

Alice ha deciso di sposare non solo Faryd, ma anche la sua religione e dice: “Ho studiato l’Islam e il Corano e quando l’ho scelta come mio credo, sapevo perfettamente di che cosa si trattava. Vivo la mia condizione di donna, mamma, lavoratrice liberamente e ci tengo a sfatare i luoghi comuni che vogliono la donna sottomessa all’uomo musulmano, non è così”. Quando parliamo di integrazione e chiediamo ad Alice come la società guarda la loro famiglia ci risponde così: “Siamo ben integrati, ma di primo acchito, quando la gente sente che mio marito è marocchino rimane spiazzata, leggo negli occhi delle persone la paura che lui mi costringa a fare una vita da ‘soggiogata’, quando poi hanno modo di conoscerci la paura svanisce”.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo