La Nuova Provincia > Attualità > Un gruppo di lavoro
si occuperà di sicurezza
Attualità Asti -

Un gruppo di lavoro
si occuperà di sicurezza

Si è costituito giovedì pomeriggio il gruppo di lavoro sulla sicurezza promosso dall'omonima commissione consiliare presieduta da Renzo Viarengo, rappresentante del gruppo Territorio è Cultura.

Si è costituito giovedì pomeriggio il gruppo di lavoro sulla sicurezza promosso dall'omonima commissione consiliare presieduta da Renzo Viarengo, rappresentante del gruppo Territorio è Cultura. La riunione fa seguito ad un analogo incontro, tenutosi a metà febbraio, durante il quale numerosi consiglieri, di maggioranza e opposizione, si erano confrontati sulle problematiche relative alla sicurezza urbana ipotizzando soluzioni fattibili in collaborazione con la polizia municipale e le altre forze dell'ordine.

Il gruppo di lavoro, che non può né vuole sostituire in alcun modo gli enti territoriali preposti a garantire la sicurezza, vuole essere di supporto istituzionale alle attività che quotidianamente polizia, carabinieri, polizia municipale, guardia di finanza e polstrada svolgono per rendere il territorio comunale più sicuro. Ma cosa può fare il Comune per dare una mano alle forze dell'ordine? Informazione tra i cittadini sulle truffe più diffuse, controllo del territorio con gli agenti del comando di via Fara, installare nuove telecamere anticrimine, incontri nelle frazioni con le forze dell'ordine sono solo alcune delle opzioni al vaglio della commissione la quale farà comunque riferimento al sindaco.

Durante la scorsa seduta della commissione furono lanciate delle proposte per sgravare il lavoro d'ufficio della polizia municipale permettendo agli agenti di poter intensificare la loro presenza in strada. «Ci sono enti locali dove i dipendenti si lamentano che hanno poco da fare, non per colpa loro ma perché questi enti, come la Provincia, sono stati svuotati di competenze – aveva ricordato Mariangela Cotto (Noi per Asti) – Perché quindi non metterli in mobilità volontaria e ricollocarli, ad esempio, al comando della polizia municipale, come già succede con 6 di loro distaccati al tribunale, così da sgravare gli agenti di alcuni lavori d'ufficio?». Ad ascoltare le proposte dei politici anche i rappresentanti sindacali della polizia che hanno dato ampia disponibilità a collaborare con il nuovo gruppo di lavoro.

r.s.

Articolo precedente
Articolo precedente