Cocco ambu
Attualità
Potenziamento

Cocconato: la Croce Rossa amplia il suo parco macchine

A disposizione un nuovo automezzo Peugeot dotato di rampa posteriore per il trasporto delle carrozzine, donato dai volontari del soccorso
Il Comitato locale della Croce Rossa ha ampliato il suo parco macchine con un nuovo automezzo Peugeot (foto), dotato di rampa posteriore per il trasporto delle carrozzine, donato dai volontari del soccorso.

Domenica scorsa, dopo la messa a cui hanno presenziato numerosi volontari guidati dall’ispettore Marco Cortese, il parroco don Igor Peruch ha benedetto il nuovo veicolo, sottolineando la preziosa opera svolta dal sodalizio in favore dei malati e dei bisognosi. La festa della Croce Rossa si è conclusa con il pranzo al ristorante Vecchio Castagno.

La delegazione di Cocconato della Croce Rossa nacque ufficialmente nel 1983, ereditando un’attività svolta già da 13 anni in modo pionieristico dal Comune. Il servizio di trasporto dei malati iniziò nel 1970 quanto venne acquistata un’autoambulanza Fiat 1100. La fondazione della delegazione avvenne per merito di Giuseppina Rota Bava, crocerossina del Comitato di Asti (di cui diventerà ispettrice provinciale) e un gruppo di 24 volontari guidati da Tino Vai, primo ispettore. A questi subentrò nel 1991 Armando Sarboraria che potenziò le attività, estendendole anche nel settore socio-assistenziale con distribuzione di pacchi natalizi e aiuti alle famiglie bisognose.

Oggi i volontari sono circa 90 che effettuano ogni anno centinaia di trasporti, sia d’emergenza per il 118, sia per visite ospedaliere o la dialisi. Oltre che a Cocconato, l’attività viene svolta anche a nei comuni limitrofi di Aramengo, Tonengo, Moransengo, Piea.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo