Cocconato
Attualità
Riviera del Monferrato

Cocconato si conferma Bandiera Arancione: fu il primo paese in provincia ad ottenerla nel 2008

Il riconoscimento costituisce, afferma il Sindaco Fasoglio… “garanzia di un’offerta turistica di qualità”

La Riviera del Monferrato si conferma Bandiera arancione fino al 2023. Nel 2008, era stato il primo paese della provincia di Asti ad ottenere il prestigioso riconoscimento del Touring Club Italiano, un marchio di qualità turistico ambientale, destinato alle piccole località fino a 15.000 abitanti che si distinguono per un’offerta di eccellenza e un’accoglienza di qualità.

L’iniziativa nacque in Liguria nel 1998, con l’obiettivo di una maggiore valorizzazione dell’entroterra, del suo paesaggio, della sua storia, cultura e tipicità. Successivamente si sviluppò a livello nazionale: oggi il Piemonte con 40 comuni (6 le nuove affiliazioni) è la regione più arancione. Al termine dell’ultima fase d’analisi e verifica, il Touring ha assegnato 262 Bandiere arancioni su 3.249 candidature; solo l’8% dei comuni che ne hanno fatto richiesta ha ottenuto il riconoscimento (5 le bandiere ritirate), a dimostrazione della severità e rigorosità nelle valutazioni, basate su molteplici parametri.

I dati statistici raccolti dimostrano che la Bandiera arancione porta benefici reali e tangibili a livello di arrivo di turisti e di strutture ricettive, che si ripercuotono sull’economia locale che diviene opportunità di presidio territoriale, anche in termini di contrasto al dissesto e all’abbandono, favorendo occupazione e rivitalizzazione locale. I dati raccolti segnano + 45% di arrivi e + 83% di strutture ricettive in media, dall’anno di assegnazione.

Cocconato, entrato lo scorso anno anche nel circuito dei Borghi più belli d’Italia, ha dimostrato di avere tutti i requisiti per essere un centro turistico di eccellenza: gli edifici monumentali (fra cui il palazzo municipale con portici in stile gotico, la seicentesca chiesa parrocchiale e la torre, ottocentesco rifacimento di quella del castello dei Radicati), le strutture ricettive, i prodotti tipici (la robiola, i salumi, i vini), un’intensa attività culturale, importanti manifestazioni (la fiera di San Marco, Cocco Cheese, Cocco Wine, il Palio e la fiera medievale, “il borgo e i suoi presepi”), l’ufficio turistico.

«La Bandiera arancione – commenta il sindaco Umberto Fasoglio – è per noi motivo di grande orgoglio, premia non solo l’attività dell’amministrazione comunale, ma tutti coloro che collaborano e rendono possibili varie iniziative e gli imprenditori che credono e investono nel nostro paese. Per il turista è la garanzia di poter vivere un’esperienza di qualità, alla scoperta di luoghi e tradizioni al di fuori dei flussi turistici abituali».

Nella foto: il sindaco di Cocconato Umberto Fasoglio con la Bandiera Arancione.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail