La Nuova Provincia > Attualità > Come gestire al meglio i primi momenti di distacco dai figli piccoli
Attualità Asti -

Come gestire al meglio i primi momenti di distacco dai figli piccoli

È del tutto normale che nel momento in cui questo legame si interrompe, anche solo per brevi periodi, intervenga uno stress emotivo nel bambino

CONTENUTO SPONSORIZZATO

Sviluppare legami d’attaccamento verso chi si prende cura di noi è un istinto fra i più forti. Per natura siamo portati, fin da piccoli, a cercare la vicinanza con le nostre figure di riferimento, che ci forniscono supporto, accudimento e protezione.

Il contatto con il genitore, per un bambino, significa sicurezza. È del tutto normale, quindi, che nel momento in cui questo legame si interrompe, anche solo per brevi periodi, intervenga uno stress emotivo nel bambino. Anche il genitore, però, non ne è immune: il crescere comporta continue conquiste, ma anche continui distacchi, che sono mentalmente tra le cose più dolorose da tollerare per tutti.

Risulta, quindi, importante gestire positivamente i primi momenti di separazione.

Tali esperienze suscitano nei bambini vissuti ambivalenti. Da un lato la curiosità legata alla scoperta di un mondo diverso da quello familiare, con la possibilità di esplorare nuovi spazi di vita e di allacciare relazioni di fiducia con adulti e con coetanei, con cui condividere giochi e interessi. Dall’altro la difficoltà a “lasciare andare” con serenità le persone amate e la paura che possano non tornare.

In parallelo anche il genitore è impegnato su due fronti: promuovere il bene dei propri figli e comprendere i propri sentimenti contrastanti, affinchè non pesino sulle loro scelte.

A questo riguardo il 16 febbraio, alle 16 presso lo Studio Ventuno, in via Natta 21 ad Asti, si terrà un incontro di approfondimento sulla tematica dove si esploreranno questi vissuti, confrontandosi sulle difficoltà che la separazione comporta, attraversando la sofferenza e sperimentando che la si può mentalmente contenere e tollerare.

L’incontro, ad ingresso gratuito, sarà condotto dalla dott.ssa Raffaella Baino e dalla dott.ssa Giulia Guasco, psicologhe psicoterapeute del centro clinico Studio Ventuno, in collaborazione con le ostetriche di “Luna di Mamme”.

Per informazioni e prenotazioni scrivere a info@studio-ventuno.com e consultare il sito internet www.studio-ventuno.com.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente