Suor Catterina Saccato
Attualità

Comunità Madre Mazzarello, è mancata suor Catterina Saccato

Appartenente alle Figlie di Maria Ausiliatrice, aveva 79 anni. Stasera il rosario presso la parrocchia Don Bosco di Asti, dove domani si terrà il funerale

E’ mancata suor Cate

E’ mancata ieri, all’ospedale di Asti,  suor Catterina Saccato. Conosciuta da tutti come suor Cate, laboriosa e generosa suora appatenente alla Congregazione delle Figlie di Maria Ausiliatrice (suore salesiane), aveva 79 anni e faceva parte della comunità Madre Mazzarello di Asti.
La notizia ha destato cordoglio presso la congregazione, le consorelle della Casa di via Conte Verde e delle famiglie dei bambini che frequentano la scuola dell’infanzia e primaria “Madre Mazzarello”.
Originaria di Novello (Cn), fin dall’infanzia sentì l’attrattiva per la vita religiosa, con la convinzione di dover diventare come le sue tre zie Figlie di Maria Ausiliatrice. Senza alcuna difficoltà ottenne dai suoi genitori di poter seguire la chiamata e fu accolta nell’Istituto come aspirante nel 1962. Iniziò il postulato nel 1963, a Nizza Monferrato. Qui visse anche il Noviziato e fece la prima professione nel 1965. Dopo l’anno di juniorato a Chieri e la dovuta preparazione, passò 25 anni nella scuole dell’infanzia di Villafranca, Castagnole Lanze, Alba (“M. Ausiliatrice”) e Gallo Grinzane (Cuneo). Successivamente, dal 1990 al 2008, si poté dedicare all’oratorio a tempo pieno nelle comunità di Cuneo e Roccavione. Considerò questo periodo il tempo più bello della sua vita: “Non esistono fatiche e sacrifici – affermava – quando sono per i giovani più poveri”.

Gli anni ad Asti

Quindi l’arrivo alla comunità “Madre Mazzarello” di Asti.  Anche dopo un grave ictus cerebrale che l’aveva colpita nel 2009, grazie alla sua tenacia aveva saputo ritrovare la fine mobilità della mano, per potersi dedicare ancora alla creazione di lavoretti artistici che rallegravano le suore dell’Ispettoria, specialmente in occasione del Natale e delle celebrazioni dei Giubilei di Professione. Inoltre si è sempre resa utile, seguendo i bambini della scuola come assistente e con altri aiuti pratici. Lo scorso 13 ottobre, però, era stata accolta temporaneamente nella casa “M. A. Vespa” di Nizza Monferrato per un malessere che sembrava superabile, seguito tuttavia da un improvviso ulteriore problema, quasta volta incurabile. A questo proposito suor Isabella Maiolo, direttrice della comunità Madre Mazzarello, desidera ringraziare “tutto il personale dell’ospedale di Asti che ha avvicinato suor Cate in questi giorni di particolare sofferenza”.
Il rosario si terrà stasera alle 20.30 nella parrocchia Don Bosco di corso Dante, dove sabato alle 15 si svolgerà il funerale.

Elisa Ferrando

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail