Con il sogno di orti e microcreditodiventa personaggio Terra Madre
Attualità

Con il sogno di orti e microcredito
diventa personaggio Terra Madre

E’ in Italia solo da settembre e già si è guadagnato il prestigioso riconoscimento “Personaggio Terra Madre 2016” dagli organizzatori del grande evento che mette insieme, a Torino, ogni due

E’ in Italia solo da settembre e già si è guadagnato il prestigioso riconoscimento “Personaggio Terra Madre 2016” dagli organizzatori del grande evento che mette insieme, a Torino, ogni due anni, i contadini e gli allevatori di tutto il mondo. Si chiama Ibraima Sow, ha 19 anni ed è originario della Guinea. E’ uno dei tanti disperati in cerca di asilo politico, soprattutto a causa della diaspora provocata dal virus dell’Ebola, ma, forse più di altri, è soprattutto l’istruzione ciò che cerca in Italia.

Ibraima ha infatti un grande sogno, quello di tornare in Guinea, quando la situazione politica sarà più favorevole e il Governo si aprirà a progetti di miglioramento delle condizioni dei cittadini, per mettere in piedi delle iniziative di microcredito al mondo agricolo. Ibraima vuole far partire tanti orti che possano sostenere il fabbisogno alimentare del Paese oltre a creare piccoli indotti economici in grado di produrre reddito per le famiglie delle città e dei villaggi. Ama studiare, ma in Guinea non può farlo per ragioni politiche e perchè l’istruzione è ad appannaggio solo di poche élites molto facoltose.

Un progetto, il suo, che è piaciuto molto al Comitato Scientifico di Terra Madre il quale gli ha garantito appoggio e sostegno nella realizzazione e gli ha conferito l’attestato per il lavoro di testimonianza verso la sua, di Terra Madre, così gravemente colpita ma adesso liberata dal virus dell’Ebola. Il suo obiettivo scolastico più alto è una laurea, meglio se in economia. Per ora sta frequentando la sezione di scuole medie per richiedenti asilo che è stata recentemente aperta a Capriglio, a Casa Mamma Margherita.

d.p.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo