La Nuova Provincia > Attualità > Coronavirus, alla Croce Verde di Mombercelli preziosi aiuti, ma c’è ancora bisogno per affrontare l’emergenza
Attualità Costigliole - San Damiano -

Coronavirus, alla Croce Verde di Mombercelli preziosi aiuti, ma c’è ancora bisogno per affrontare l’emergenza

Tra gli impegni di questi giorni il servizio di 118 24 ore su 24, consegna a domicilio di medicinali e generi alimentari, l'assistenza alle persone in quarantena

Un nuovo mezzo con l’aiuto del Mollificio Astigiano

In forza alla Croce Verde di Mombercelli, in questi giorni di difficile e intenso lavoro per fronteggiare l’emergenza sanitaria, c’è anche il nuovo mezzo acquistato attraverso il prezioso contributo donato dal Mollificio Astigiano di Belveglio e il lavoro dei volontari: si tratta di un Peugeot per il trasporto disabili dotato di sedia a poltrona per i viaggi più lunghi e sedia pieghevole per i trasporti brevi e spazi stretti.
Da parte del gruppo il ringraziamento, oltre che al Mollificio Astigiano, va in questi giorni anche ad Enzo Forno e il calciatore Hernanes, titolare dell’azienda “Cà del Profeta” a Montaldo Scarampi, che hanno contribuito per l’acquisto di un sanificatore per l’ambulanza 118, che in 15 minuti rende sterile il mezzo e pronto per il successivo servizio; alla Caredio Group che ha offerto mascherine e materiale logistico; la ditta Perelli di Mombercelli per la tenda di decontaminazione installata presso la sede dell’associazione mombercellese; e alle tante persone che provvedono con offerte alle spese sostenute dalla locale Croce Verde per affrontare al meglio gli interventi nell’emergenza Coronavirus.

Gli impegni nella lotta al Coronavirus

Tra gli impegni di queste settimane, il servizio 118 h24, portato avanti dal mese di febbraio, la consegna a domicilio di farmaci e spesa nei territori di Mombercelli, Vinchio e Belveglio; ed anche le consegna a domicilio per le persone poste in quarantena. «L’impegno di questi giorni è molto complesso, anche per le precauzioni che vengono prese per evitare la diffusione del contagio: dalle mascherine e tute protettive alle operazioni di decontaminazione effettuate dopo ogni servizio in cui si è venuti in contatto anche con un sospetto positivo al Covid – spiegano all’associazione mombercellese – Abbiamo ricevuto preziosi aiuti in queste settimane, ma continuiamo ad avere molto bisogno, per le spese che stiamo affrontando, innanzitutto per i dispositivi di protezione, che si usano in gran quantità per proteggere noi stessi e le altre persone. Nelle nostre tute di protezione dal contagio ci sono paura, forza, stanchezza, dedizione, amore ed altruismo, ma anche voi dalle vostre case potete fare la vostra parte, potete darci una mano per riuscire a coprire i costi di gestione e dei materiali necessari a poter lavorare al meglio, per tutti». Per chi vuole devolvere un contributo IBAN IT06E0608547490000000020376. Per informazioni, tel. 0141/959920.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente