Arcobaleni
Attualità

Coronavirus, anche ad Asti gli arcobaleni con la scritta “Tutto andrà bene”

Appesi ai balconi o postati sui social network per aderire all’iniziativa lanciata da alcune mamme sul web

Arcobaleni con la scritta “Tutto andrà bene”

L’idea è venuta in mente ad un gruppo di mamme di Brescia. Ma, in pochissimo tempo, essendo stata postata sui social network, ha registrato un grande successo.
Parliamo dell’iniziativa che prevede di disegnare, su grandi fogli o lenzuola, un arcobaleno affiancato dalla scritta “Tutto andrà bene”, da esporre poi al davanzale o al balcone di casa. Un messaggio positivo e di speranza, da condividere in primo luogo con i bambini, che ha preso piede anche ad Asti. In molti hanno impegnato i figli nella realizzazione dei disegno, anche se non tutti per ora l’hanno esposto, preferendo postare la foto sui social network o inserirla come sfondo sui profili di WhatsApp.
A spiegare l’obiettivo dell’iniziativa le stesse ideatrici in un video ormai molto diffuso in rete.

Le ragioni dell’iniziativa

A spiegare l’obiettivo dell’iniziativa le stesse ideatrici in un video ormai molto diffuso in rete.
«In questo momento difficile in cui tutto si sta a fermando e le strutture sanitarie sono al collasso – sottolineano tra le varie considerazioni espresse – abbiamo bisogno di sostenerci a vicenda. Per questo, con delle mamme della provincia di Brescia, abbiamo pensato ad una iniziativa semplice ma emotivamente significativa. Abbiamo iniziato a colorare, su fogli e lenzuola, degli arcobaleni con la scritta “Tutto andrà bene”. Perché tutto andrà bene, anche se ora sembra difficile crederlo. Sono cominciati ad arrivare decine e centinaia di arcobaleni e, come uno tsunami, quest’onda di positività ci sta travolgendo. Vorrei estendere l’invito a tutti a disegnare ed esporre, fuori da casa e sui balconi, arcobaleni. Dobbiamo farlo innanzitutto per tutti i medici, dottori e rianimatori che, tornando a casa dopo estenuanti turni in ospedale, avranno un piccolo incoraggiamento guardando quei disegni colorati».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo