cia
Attualità

Cura Italia, la Cia di Asti pronta a ricevere le richieste degli agricoltori

Ha messo insieme un team di 11 esperti dedicati solo a questo

Per la concessione dei contributi

Da Cia-Agricoltori Italiani di Asti è possibile predisporre le domande per la concessione dei contributi previsti dal decreto “Cura Italia”. Possono rivolgersi agli sportelli dell’organizzazione ad Asti (telefono 0141 594320) Castelnuovo Calcea (0141 721691) e Montiglio Monferrato (0141 994545) i lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali dell’Ago, i dipendenti stagionali dei settori turismo e stabilimenti termali il cui rapporto di lavoro è stato cessato in modo non volontario nel periodo dal 1 gennaio 2019 al 17 marzo scorso, gli operai agricoli a tempo determinato con almeno 50 giornate di lavoro dipendente nel 2019, il libero professionista con partita Iva attiva alla data del 23 febbraio 2020, il collaboratore coordinato e continuativo con un rapporto attivo al 23 febbraio scorso e iscritto alla Gestione Separata dell’Inps e i lavoratori dello spettacolo iscritti al Fondo pensioni spettacolo con almeno 30 contributi giornalieri nel 2019 e reddito inferiore a 50 mila euro.

Team di 11 persone a disposizione

«Dopo i disguidi l’Inps riceve le domande per il bonus da 600 euro relativo al mese di marzo e noi – spiega il direttore provinciale Marco Pippione – abbiamo un team di undici colleghi che si occupano a pieno regime di presentare le richieste: è sufficiente che gli interessati ci autorizzino all’invio e provvediamo a tutto noi».

 

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail