Parco paleontologico servizio civile
Attualità
Opportunità

Dal Parco Paleontologico all’Asl, ecco i progetti del Servizio civile universale

Rivolto a giovani tra i 18 e i 28 anni, il bando è aperto fino a mercoledì 26 gennaio

È aperto fino alle 14 di mercoledì 26 gennaio il bando per la selezione dei giovani da impiegare nei progetti di Servizio civile universale.
Riservati ai ragazzi tra i 18 e i 28 anni, prevede un periodo di attività tra gli 8 e i 12 mesi con un impegno di 25 ore settimanali e un assegno mensile pari a 444,30 euro.
In totale sono 56.205 i posti disponibili, per un totale di 2.818 progetti che si realizzeranno, tra il 2022 e il 2023, su tutto il territorio nazionale e all’estero. Anche quest’anno ogni singolo progetto è parte di un più ampio programma di intervento, che risponde ad uno o più obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite e riguarda uno specifico ambito di azione individuato tra quelli indicati nel Piano triennale 2020-2022 per la programmazione del Servizio civile universale.
I candidati dovranno presentare la domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma Domanda on Line (DOL) – tramite computer, tablet e smartphone – all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it dove, attraverso un sistema di ricerca con filtri, è possibile scegliere il progetto per il quale candidarsi.
Per facilitare la partecipazione dei giovani e, più in generale, per avvicinarli al mondo del servizio civile, è disponibile il sito dedicato http://www.scelgoilserviziocivile.gov.it.
Ecco, allora, una prima “puntata” su alcuni tra Enti e associazioni astigiani che mettono a disposizione posti in questo ambito.

Centro servizi per il volontariato Asti Alessandria

All’interno del progetto “Nuove frontiere per territori inclusivi”, che fa capo al più ampio programma “Insieme: una storia a colori (Piemonte Orientale)”, il Centro Servizi Volontariato Asti Alessandria, in qualità di partner dell’Ente capofila Comune di Asti, è alla ricerca un giovane interessato ad approfondire la conoscenza del terzo settore e del volontariato del territorio, con particolare riferimento al volontariato della disabilità e fragilità.
Per questo progetto gli aspiranti volontari di Servizio civile dovranno essere in possesso anche dei seguenti requisiti: diploma scuola media superiore, dimestichezza con le nuove tecnologie e i social network, attitudine a rapportarsi con disabili e a lavorare in gruppo, disponibilità a partecipare ad iniziative organizzate sul territorio in collaborazione con le associazioni, patente B.
Per informazioni: at@csvastialessandria.it, 0141/32189.

Anpas

Opportunità anche in Anpas. Il Comitato regionale del Piemonte, infatti, avvierà i progetti di Servizio civile negli ambiti del soccorso in emergenza 118 e del trasporto infermi per i servizi di tipo socio-sanitario, oltre che nel settore educazione e promozione culturale, dando la possibilità a circa 400 giovani di diventare volontari soccorritori. In tutto il Piemonte sono 390 i posti disponibili, di cui 102 presso le associazioni delle province di Alessandria e Asti.
Per quanto riguarda l‘Astigiano: Croce Verde Asti Onlus (14 posti); Croce Verde Castagnole delle Lanze (2 posti); Croce Verde Mombercelli (4 posti); Croce Verde di Montemagno (5 posti); Croce Verde di Nizza Monferrato (12 posti).
Per informazioni: http://serviziocivile.anpas.piemonte.it.

Azienda sanitaria

Sono due i progetti che vedono protagonista l’Asl di Asti, entrambi improntati sulla solidarietà e sulla cura dei soggetti più fragili, per quanto riguarda gli aspetti umani ma non sanitari. Sono il progetto “To Care” (8 posti disponibili), incentrato sull’accoglienza agli utenti in ospedale, come supporto al personale e con l’obiettivo di incrementare l’umanizzazione dei servizi. E il progetto “Auxilium – Nessuno resti solo, anche in rete” (4 posti disponibili), che si rivolge alla popolazione più fragile per affiancarla, sia in ospedale che nelle strutture territoriali, nell’utilizzo delle piattaforme informatiche di erogazione dei servizi. Entrambi i progetti verranno svolti col sostegno delle associazioni di volontariato che già collaborano con l’Azienda sanitaria.
Per informazioni:http://www.comune.asti.it.

Centro istruzione adulti

Il Cpia 1 Asti (Centro provinciale istruzione adulti), in coordinamento con il Comune di Asti, ha realizzato il progetto “Cittadini del mondo” presso le sedi di Asti, Canelli e Nizza Monferrato.
I giovani selezionati saranno coinvolti nel supportare gli adulti che si mettono in gioco e ritornano a scuola, organizzare iniziative culturali rivolte alla cittadinanza, collaborare alla promozione della biblioteca interculturale “Renato Bordone” interna al centro.
Per informazioni: 0141/095803.

Parco Paleontologico

Sono 4 i posti disponibili al Parco Paleontologico Astigiano.
Il progetto, dal titolo “Museo dei fossili: storie di mille conchiglie e ….qualche balena”, verrà svolto presso la sede dell’Ente di gestione del Parco a Palazzo Michelerio, in corso Alfieri 381.
L’Ente gestisce le aree protette regionali della provincia di Asti – in cui i volontari potranno affiancare il personale del Parco durante i monitoraggi ambientali – e gestisce il Museo paleontologico territoriale dell’Astigiano.
I volontari del servizio civile, nello specifico, saranno impegnati in attività paleontologiche a supporto del personale interno. Numerosi gli incarichi a cui saranno chiamati: apertura del museo, visite guidate dopo una formazione approfondita (per chi se la sentirà), riordino, nuovi allestimenti museali, gestione e manutenzione dell’acquario preistorico.
Per informazioni: http://www.comunediasti.it.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail