La Nuova Provincia > Attualità > Domani a Isola d’Asti l’ultimo saluto a monsignor Giovanni Bertolino
Attualità Costigliole - San Damiano -

Domani a Isola d’Asti l’ultimo saluto a monsignor Giovanni Bertolino

Figura di grande generosità e schiettezza, aveva 93 anni. È stato parroco di Isola per 50 anni, fino alla decisione di ritirarsi nella casa di riposo del paese

Saranno celebrati nella mattinata di domani, giovedì, alle 10,30, nella chiesa parrocchiale di Santa Caterina ad Isola d’Asti, i funerali di monsignor Giovanni Bertolino, spentosi ieri nella casa di riposo “Fogliotti” del paese, dove si era ritirato il 1° gennaio 2014, quando all’età di 86 anni aveva rinunciato al suo incarico di parroco. Monsignor Bertolino avrebbe compiuto 94 anni nel prossimo mese di luglio e per 50 anni aveva guidato la comunità parrocchiale di Isola. Originario di Vinchio, era diventato il nuovo parroco di Isola nell’estate del 1964 e, da allora, si era preso cura dei suoi parrocchiani con tanta generosità, umiltà, schiettezza, attenzione per tutti, dai bambini agli anziani, e un grande amore per il paese. E, nel corso degli anni, monsignor Bertolino aveva suscitato tanto affetto da parte dei suoi parrocchiani; e, oggi, la sua scomparsa desta grande commozione e nostalgia.

Era arrivato ad Isola quando aveva 37 anni e in 50 anni di missione pastorale in paese tante sono state le opere e le iniziative realizzate. La ricostruzione della chiesetta di frazione Chiappa, l’abbattimento della vecchia sacrestia e la costruzione dell’oratorio e della cappella invernale, l’acquisizione dell’area intorno alla chiesa con la creazione di piazza don Melano; nel 1999 l’acquisizione della Casa Alpina a Valdieri e nel 2009 l’acquisizione, grazie all’aiuto del Cardinale Sodano, dell’asilo infantile del Piano di Isola. Ma tra i ricordi più belli, senz’altro l’accoglienza di Papa Giovanni Paolo II ad Isola, accanto al Cardinale Angelo Sodano, nel 1993, in occasione della visita ad Asti.

«Per 30 anni ha avuto accanto don Pericle Tartaglino, insegnante alla scuola della Chiappa, che fu per lui un amico fraterno e una guida; ma don Bertolino ha sempre condiviso con il paese, le associazioni e i parrocchiani tutte le iniziative, in uno straordinario spirito di collaborazione con tutti – ricorda il professor Erildo Ferro, ex sindaco, promotore di tante iniziative e attività di volontariato a Isola e figura di riferimento in paese – Sono riuscito ad incontrarlo per l’ultima volta nel mese di settembre alla casa di riposo, prima delle nuove restrizioni per l’emergenza sanitaria: mi ha salutato con l’appellativo “il professore” e abbiamo chiacchierato qualche momento. Ho sempre ammirato il suo stile di vita sobrio ed essenziale e la sua grande generosità. Non lo dimenticheremo mai e lo ringraziamo per il bene che ha sempre dato alla nostra comunità». «Un uomo, un sacerdote che ha rappresentato un punto di riferimento nelle difficoltà della vita di molti, perché ha sempre saputo dare più di quanto ha avuto in cambio, appagato dalla sua missione sacerdotale – dice di monsignor Bertolino Carlo Botto, ex sindaco di Isola, impegnato ancora oggi nel volontariato e altra figura di riferimento in paese – Ed ora, con il caro don Pericle, riposa in pace».

Dopo la celebrazione dei funerali, monsignor Bertolino riposerà al cimitero del Piano di Isola, nella tomba riservata ai parroci, accanto a don Melano e a don Laiolo, anch’egli originario di Vinchio e zio di monsignor Bertolino.

Marta Martiner Testa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *