Cerca
Close this search box.
<img src="https://lanuovaprovincia.it/wp-content/uploads/elementor/thumbs/don-bosco-via-al-duecentenariobrmessa-e-poi-volo-in-elicottero-56e6884718d521-nkikxwz7bnfkiquojijjyhpm0o1b2kaie0suhllfgo.jpg" title="Don Bosco, via al duecentenario
Messa e poi volo in elicottero" alt="Don Bosco, via al duecentenarioMessa e poi volo in elicottero" loading="lazy" />
Attualità

Don Bosco, via al duecentenario
Messa e poi volo in elicottero

Il momento tanto atteso dalla Famiglia Salesiana e dai tantissimi fedeli di Don Bosco è arrivato: ieri, nella giornata di Ferragosto, è stato dato l’inizio ufficiale alle celebrazioni per il

Il momento tanto atteso dalla Famiglia Salesiana e dai tantissimi fedeli di Don Bosco è arrivato: ieri, nella giornata di Ferragosto, è stato dato l’inizio ufficiale alle celebrazioni per il bicentenario della nascita del grande Santo sociale. Un evento lungo un anno intero, visto che terminerà il 16 agosto del 2015.

Dopo il primo appuntamento di ieri, quando è stato dato il benvenuto a don Angel Fernandez Artime, Rettor Maggiore dei Salesiani e la processione nelle vie del paese, quella odierna sarà la giornata più impegnativa. Via alle 8, con un pellegrinaggio a piedi da Castelnuovo al Colle Don Bosco poi alle 11 messa di apertura del bicentenario trasmessa in streaming alle 18 su Telepace – Rete7 e Missioni Don Bosco. Sarà don Artime a lanciare il messaggio di apertura dell'evento. A mezzogiorno, nel teatro del Colle, il conferimento della cittadinanza onoraria a don Artime.

Fra gli eventi collaterali uno merita di essere ricordato: nel pomeriggio, dal Colle Don Bosco si alzerà a più riprese un elicottero per chi volesse vedere dall'alto i luoghi di Don Bosco; Capriglio, Morialdo, Mondonio, Castelnuovo e Moncucco. Domenica l'atmosfera commemorativa si sposterà nuovamente a Castelnuovo, nella chiesa parrocchiale di Sant'Andrea dove alle 11 verrà celebrata una messa a ricordo del battesimo di Giovanni Bosco nella stessa parrocchia, duecento anni fa. La celebrazione eucaristica sarà presieduta da Don Enrico Stasi, ispettore dei salesiani di Piemonte e Valle d'Aosta; nell'occasione verranno rinnovate le promesse battesimali di tutti i fedeli presenti.

Il bicentenario è un evento storico che ha ricevuto anche il riconoscimento onorifico di evento di interesse nazionale da parte del Comitato Storico Scientifico istitutito presso la Presidente del Consiglio del Governo italiano. «Con questo riconoscimento -ha commentato don Angel Fernandez Artime- si vuole sottolineare in questa terra che Don Bosco è uno dei figli prediletti, una figura di speciale rilievo. Non intendiamo la celebrazione del bicentenario come un insieme di festeggiamenti, ma come un'opportunità per fare più vivo e attuale il carisma fra i giovani di Don Bosco».

Daniela Peira

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Le principali notizie di Asti e provincia direttamente su WhatsApp. Iscriviti al canale gratuito de La Nuova Provincia cliccando sul seguente link

Scopri inoltre:

Edizione digitale