Cerca
Close this search box.
<img src="https://lanuovaprovincia.it/wp-content/uploads/elementor/thumbs/due-giorni-per-custodire-il-creatobrscienza-arte-e-la-camminata-a-vezzolano-56e6891458c5a1-nkikn10i5qj01co14b44kqmeazp8ws2fw4rdd7qljc.jpg" title="Due giorni per custodire il Creato
Scienza, arte e la camminata a Vezzolano" alt="Due giorni per custodire il CreatoScienza, arte e la camminata a Vezzolano" loading="lazy" />
Attualità

Due giorni per custodire il Creato
Scienza, arte e la camminata a Vezzolano

Si celebrerà anche nell'Astigiano la nona Giornata per la custodia del Creato, iniziativa della Cei per sensibilizzare a una cultura di tutela dell'ambiente. Nel prossimo fine settimana a

Si celebrerà anche nell'Astigiano la nona Giornata per la custodia del Creato, iniziativa della Cei per sensibilizzare a una cultura di tutela dell'ambiente. Nel prossimo fine settimana a Pino d'Asti e Castelnuovo Don Bosco tre diversi momenti offriranno spunti di riflessione sui risvolti etici e sociali delle tematiche ambientaliste: sabato alle 15 al Castello di Pino il giornalista e scrittore Giorgio Boatti condurrà insieme a don Dino Barberis, delegato vescovile per la pastorale sociale, il seminario di approfondimento sul documento Cei preparato per la Giornata.

In particolare, i vescovi si sono soffermati sulla questione dell'inquinamento, considerato diretta conseguenza di "una sete di profitto che viola l'armonia con il territorio. La consapevolezza davanti a questi comportamenti criminali -? prosegue l'intervento Cei -? richiede tempi lunghi. Matura sempre lentamente, spesso solo tramite la dedizione, eroica, di chi, facendo il proprio lavoro con serietà, è come se si immolasse per creare tra la gente una adeguata coscienza della gravità del problema".

La serata di sabato, condotta da Anna Musso a partire dalle 21 nella Parrocchiale di Pino d'Asti, unirà scienza, arte e musica. L'associazione culturale "Le Muse" proporrà le note dell'arpista Nuccia Scoglia, le animazioni del restauratore Alessandro Nicola, gli interventi del biologo Franco Correggia sulla biodiversità delle campagne collinari e dello storico Ezio Claudio Pia sulle strade del dialogo. Il giorno successivo ci si sposterà alla chiesa di Sant'Eusebio di Castelnuovo Don Bosco. Da qui, alle 9, partirà l'escursione tra natura e cultura proposta dalle associazioni "Terra Boschi Gente e Memorie" e "La Cabalesta", alla scoperta della varietà ecosistemica, del paesaggio, della storia e dell'arte dell'Alto Astigiano.

La passeggiata si concluderà con una visita guidata alla canonica medievale di Vezzolano e la celebrazione all'aperto della Messa festiva. Gli appuntamenti della Giornata per la custodia del Creato nascono dall'inedita collaborazione tra la Diocesi di Asti e il Polo Univerisitario e puntano a sensibilizzare al rispetto dell'ambiente e a una cultura della legalità credenti e non, chi ha responsabilità amministrative e semplici cittadini. «Si tratta ? sottolinea la Cei nel suo documento ? di concretizzare quella "conversione ecologica" che ci porta a ritrovare il gusto per la bellezza della terra e lo stupore davanti alle sue meraviglie. Ma da qui, anche la capacità critica per cogliere le ingiustizie presenti in un modello di sviluppo che non rispetta l'ambiente

e.in.

Condividi:

Facebook
Twitter
WhatsApp

Le principali notizie di Asti e provincia direttamente su WhatsApp. Iscriviti al canale gratuito de La Nuova Provincia cliccando sul seguente link

Scopri inoltre:

Edizione digitale