La Nuova Provincia > Attualità > Durante la notte il Comune ha disinfestato tutte le aree pubbliche di San Damiano
Attualità Asti San Damiano -

Durante la notte il Comune ha disinfestato tutte le aree pubbliche di San Damiano

La disinfestazione è stata effettuata mediante una pompa a pressione, utilizzando prodotti approvati dal Ministero della Salute

Disinfestate le aree pubbliche di San Damiano

Questa notte San Damiano è stata oggetto di una disinfestazione di tutte le aree pubbliche (vie, piazze, portici, parchi gioco, ecc). La disinfestazione è stata effettuata mediante una pompa a pressione, utilizzando prodotti approvati dal Ministero della Salute, impiegati anche nella disinfezione degli ambienti scolastici, di mense ed altri luoghi pubblici.

Lotta al coronavirus

Questo tipo di intervento avrà una validità di circa 15 giorni, in condizioni metereologiche stabili. “L’intervento – spiega il sindaco Davide Migliasso – fa parte dell’insieme di misure predisposte per la lotta al coronavirus e in favore della prevenzione, tutela e salvaguardia della salute dei cittadini. Siamo in continuo contatto con i medici di base sandamianesi e con l’Asl, che ci rassicurano dicendo che sul territorio comunale non si evidenziano situazioni di criticità.

I commercianti disponibili a consegnare gratuitamente a casa

Da sindaco sono molto orgoglioso di come i commercianti di San Damiano hanno reagito alle restrizioni dettate dall’emergenza sanitaria, in primis rendendosi disponibili alle consegne domiciliari gratuite. A sostegno di tale iniziativa, nei prossimi giorni, probabilmente già da domani, verrà attivato  il servizio di consegna a domicilio dei generi alimentari primari confezionati che verrà svolto da un gruppo di giovani volontari, circa dodici persone, di supporto al SEA ed in collaborazione con l’amministrazione comunale.

Nei negozi ingressi regolati

L’esigenza di evitare affollamenti all’interno dei negozi è garantita grazie alla regolazione degli ingressi e all’esposizione di segnaletica a terra per definire le distanze minime da rispettare, nonchè attraverso il vademecum che è stato consegnato alle attività commerciali. Alcuni esercenti hanno posizionato vetri di separazione sul bancone, dove è impossibile interagire stando a 1 metro di distanza, a protezione di sé stessi e della clientela.

Prova di grande forza

Ho grande ammirazione anche per coloro che hanno deciso di chiudere l’attività non potendo garantire i requisiti minimi di sicurezza. Ringrazio pertanto i commercianti sandamianesi che stanno dando prova di grande forza e responsabilità civile ed invito e sensibilizzo la Cittadinanza tutta ad evitare spostamenti non strettamente necessari ed a dotarsi del modello di autocerficazione e permessi lavorativi per i trasferimenti necessari.”

Renato Romagnoli

Articolo precedente
Articolo precedente