La Nuova Provincia > Attualità > Emergenza neve: ecco dove non si andrà a scuola
AttualitàAsti -

Emergenza neve: ecco dove non si andrà a scuola

Aumentano i sindaci che hanno deciso di chiudere le scuole nella giornata di venerdì: ma Isola e Valfenera faranno eccezione

Inizia a nevicare: aumentano le scuole chiuse

Mentre anche nell’Astigiano stanno iniziando a cadere i primi fiocchi dell’annunciata nevicata che ha messo in allerta il nord ovest d’Italia, i sindaci si sono confrontati con gli uffici tecnici decidendo di chiudere le scuole a titolo precauzionale.

Domani, venerdì, lezioni sospese ad Asti (ma anche sabato mattina) come disposto dal sindaco Maurizio Rasero.

E se nel capoluogo di provincia tutte le scuole di ogni ordine e grado, asili nido compresi, resteranno chiuse, anche nel resto della provincia gli studenti faranno un ponte fuori programma.

Le ordinanza di chiusura delle scuole interessano Castelnuovo Don Bosco, Baldichieri, Ferrere, Monale, Villafranca, Montafia, Montechiaro, Cinaglio, Capriglio, Castagnole Lanze, Costigliole, Montegrosso, San Damiano, Nizza, Cocconato, Canelli e Villanova.

Di diverso avviso il sindaco di Isola d’Asti Fabrizio Pace che, invece, ha deciso di tenere aperti i plessi e quello di Valfenera Paolo Lanfranco che invece ridimensiona l’evento in un post pubblicato su Facebook.

Scuole chiuse e linee scolastiche soppresse

Intanto l’Asp ha fatto sapere che in seguito all’ordinanza del sindaco Rasero per la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, venerdì e sabato 2 febbraio sono soppressi tutti i servizi di rinforzo studenti e le linee scolastiche frazionali Asti-San Grato-Sessant, Asti-Montemarzo, Asti-Quarto-Valenzani, Asti-Revignano-Vaglierano Basso e gli autobus Castiglione-Pontesuero-scuola media “Jona” e scuola media “Parini”.

Per informazioni è possibile chiamare il numero 0141.434711 (Movicentro) o visitare il sito www.asp.asti.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente