Liceo Vercelli
Attualità
Edilizia scolastica

Finanziamento da oltre 6,7 milioni di euro per il liceo scientifico Vercelli

Destinato dal Ministero dell’Istruzione alla Provincia di Asti. Servirà ad attuare interventi straordinari di riqualificazione dell’edificio

Ammonta ad oltre 6,7 milioni di euro il finanziamento destinato dal Ministero dell’Istruzione alla Provincia di Asti per interventi straordinari di ristrutturazione e miglioramento al liceo scientifico Vercelli.
La cifra destinata all’Astigiano è la più alta tra i finanziamenti assegnati alle province piemontesi nell’ambito del Decreto ministeriale 192 del 2021, che approva le graduatorie regionali del Piano annuale 2020 in materia di edilizia scolastica e sicurezza nelle scuole.
Dei circa 34 milioni di euro destinati alla Regione Piemonte per i 13 progetti approvati dal Ministero, infatti, 6.783.120 euro andranno a finanziare gli interventi relativi alla riqualificazione sismica, energetica e funzionale della scuola superiore astigiana.
Nel dettaglio, al liceo Vercelli si interverrà con opere di miglioramento sismico dell’edificio, sugli impianti elettrici e di isolamento, sui serramenti e il cappotto termico esterno. Inoltre sarà potenziato l’impianto antincendio esistente.
L’aggiudicazione dell’appalto dovrà avvenire entro il 30 giugno 2022 e i lavori andranno conclusi entro i primi mesi del 2026.
Da ricordare che gli interventi in programma al “Vercelli”, sommati a quelli del Piano nazionale di ripresa e resilienza (circa 6 milioni di euro) e alle opere già in corso di esecuzione o di progettazione (tra cui il recupero dell’ex scuola media Gatti per l’ampliamento dell’istituto superiore Monti), determinano un parco progetti per un valore economico complessivo di circa 25 milioni di euro.

Il commento del presidente Lanfranco

«Non possiamo che ritenerci soddisfatti – commenta il presidente della Provincia, Paolo Lanfranco – per aver ottenuto un così importante contributo in uno dei settori cruciali per lo sviluppo del nostro territorio. Investire sulle scuole e la loro sicurezza è un esempio di civiltà e lungimiranza di una Pubblica amministrazione che valorizza il benessere dei ragazzi a 360°. Non mi stancherò mai di ringraziare tutti i tecnici della Provincia di Asti che hanno saputo garantire, nonostante la pandemia e l’attuale periodo estivo, un servizio puntuale e professionale grazie al quale siamo riusciti a raccogliere questi risultati. Se come amministratori stiamo riuscendo a disegnare l’Astigiano del futuro è anche, o per meglio dire soprattutto, grazie a loro».
Lanfranco non nasconde tuttavia le preoccupazioni. «Nonostante la soddisfazione sull’accapparramento dello risorse dai vari filoni di finanziamento – conclude – rimangono due grosse difficoltà. In primo luogo la carenza di personale per gestire questa mole di risorse ottenute (a fronte di una disponibilità, per l’edilizia scolastica, quasi decuplicata negli ultimi anni), come ho già avuto modo di spiegare alla Prefettura e alla Corte dei Conti. Quindi le difficoltà pratiche a trovare le ditte per eseguire i lavori, soprattutto a causa dell’aumento notevole dei costi delle materie prime che sta mettendo in seria difficoltà il settore delle costruzioni».

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail