Gal
Attualità
Imprenditoria agricola

Gal Terre Patrimonio dell’Umanità, aperto il bando per nuovi imprenditori nel settore dell’accoglienza

La dotazione economica è di 120 mila euro. Premio di avvio attività in conto capitale di 20 mila euro. Le domande scadono ad aprile 2022.

E’ stato pubblicato, nella sua seconda edizione, il  Bando del G.A.L. Terre Astigiane per “Aiuti all’avviamento di attività imprenditoriali per attività extra agricole nelle zone rurali”.
Il bando concede un premio forfettario a nuovi imprenditori che avviano un’impresa specificatamente connessa al turismo rurale, con particolare attenzione alle attività di accoglienza (piccola ricettività, ristorazione), alle attività artigianali e commerciali connesse alle produzioni tipiche del territorio ed alla fornitura di servizi di carattere culturale e di accompagnamento turistico. Le attività coinvolte nel sostegno sono dettagliate al Paragrafo 7 del bando.

La partecipazione è strettamente collegata al Percorso “Mettersi in proprio” della Regione Piemonte, attraverso il quale i soggetti interessati avranno modo di elaborare il Business Plan, che costituisce un allegato fondamentale per la partecipazione al Bando; tutti i dettagli sono contenuti al Paragrafo 7.3.

Le risorse pubbliche disponibili per la realizzazione di questi interventi ammontano a 120 mila euro, è previsto un premio di avvio attività in conto capitale di 20 mila euro per impresa avviata.
La scadenza per la presentazione delle domande tramite il portale Sistema Piemonte è fissata al 30 aprile del 2022 alle ore 12. Il testo del bando e relativi allegati sono disponibili sul sito del  G.A.L. https://www.galterreastigiane.it/, alla sezione “Bandi aperti”  https://www.galterreastigiane.it/categoria-bandi/bandi-aperti/ e su Sistemapiemonte/ PSR 2014-2020/ Elenco bandi.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail