Monca 88
Attualità, Sport e Palio

I numeri del Palio da quando la corsa si svolge in Piazza Alfieri

Trentaquattro i Drappi assegnati sulla nuova pista

Importante tenere viva l’attenzione

Il 2020 verrà ricordato come anno travagliatissimo e nefasto, pesantemente condizionato dalla drammatica situazione emergenziale legata al Covid-19. Anche il Palio ha pagato pegno: per tenere viva l’attenzione di tutti coloro che amano la manifestazione e non potendo raccontare di eventi (forzatamente annullati) di avvicinamento alla prima domenica di settembre, proviamo a tuffarci nei ricordi. E anche nei numeri.
Significativi, indiscutibili, inconfutabili…. Prendendo in considerazione il nostro Palio a partire dal 1988, anno in cui la manifestazione ha cambiato sede di svolgimento spostandosi dall’ovale della piazza sottostante al tracciato triangolare di piazza Alfieri, sono state trentatre le edizioni disputate. O per meglio dire trentadue più una, poiché nel 2000 si è corso sia a settembre, Palio ordinario, sia a giugno, Palio straordinario

Trentaquattro i Drappi assegnati

Ulteriore dato: trentaquattro i Drappi assegnati poiché nel 2019, lo stesso giorno, due sono stati i vincitori: la Cattedrale nella corsa riservata a Rioni e Borghi cittadini, e Baldichieri, in quella che ha visto sfidarsi i sette Comuni della provincia.
I 34 Palii assegnati in Piazza Alfieri sono stati appannaggio di sedici fantini. In testa all’elenco per Drappi conquistati troviamo Maurizio Farnetani, detto Bucefalo, con otto successi all’attivo: due per Moncalvo, 1988 e 1989; due per Santa Maria Nuova, 2005 e 2006; uno per Tanaro, 1990; uno per Don Bosco, 1996; uno per San Secondo, 2000, Giubileo, e uno per San Martino San Rocco, 2012. Quattro le vittorie di Massimo Coghe detto Massimino II, in piazza Alfieri: due per San Lazzaro, 1999 e 2001; una per Santa Maria Nuova, 2009, e una per San Damiano, 2011. A questi quattro trionfi ne va però aggiunto un quinto, quello ottenuto da Coghe nel 1987 in piazza Campo del Palio, indossando il giubbetto di San Lazzaro.

Giuseppe Zedde quattro volte primo

Quattro pure i successi di Giuseppe Zedde, detto Gingillo: due per la Torretta, 2004 e 2013, e altrettanti per San Lazzaro, 2008 e 2017. Tre le vittorie conquistate da Giovanni Atzeni, detto Tittìa: Santa Caterina, 2003, San Secondo, 2007, e Nizza, 2016. A quota due troviamo tre fantini: Claudio Bandini, detto Leone, Castell’Alfero, 1997 e 1998; Martin Ballesteros, detto Pampero, Santa Maria Nuova, 2000, ordinario, e Tanaro, 2002; Mario Cottone, detto Truciolo, vincitore per Moncalvo nel 1994 e 1995. Va però ricordato che il numero totale di Drappi conquistati da Cottone sale a tre, essendosi aggiudicato anche il Palio del 1985 per San Martino San Rocco quando ancora si correva sul tracciato della piazza sottostante. “Truciolo” e “Massimino” sono stati gli unici due fantini nella storia della manifestazione ad avere primeggiato su entrambe le piste dall’anno della ripresa (1967).

Gli altri fantini vittoriosi

Con una vittoria a testa troviamo Tonino Cossu, detto Cittino, San Lazzaro, 1991; Angelo De Pau, detto Lucifero, San Silvestro, 1992; Giuseppe Pes, detto Il Pesse, San Paolo, 1993; Gianluca Fais, detto Vittorio, Tanaro, 2010; Andrea Mari, detto Brio, Santa Caterina, 2014; Valter Pusceddu, detto Bighino, San Paolo, 2015; Federico Arri, detto Ares, Moncalvo 2018; Dino Pes, detto Velluto, Cattedrale 2019 e Mattia Chiavassa, Baldichieri, sempre nel 2019.
Dal 1988 un solo fantino ha vinto tre Palii consecutivamente, Maurizio Farnetani, 1988 e 1989 Moncalvo, 1990 Tanaro. Le doppiette: Mario Cottone, 1995 e 1996 Moncalvo; Claudio Bandini, 1997 e 1998, Castell’Alfero, e nuovamente Maurizio Farnetani, 2005 e 2006, Santa Maria Nuova. Ci sono Rioni, Borghi e Comuni che in piazza Alfieri non hanno mai vinto: ovviamente San Marzanotto (nessun successo al proprio attivo nella manifestazione) ma pure San Pietro (quattro Drappi tutti vinti nella piazza sottostante, 1968, 1969, 1973 e 1983), Viatosto (tre trionfi insieme a Don Bosco, 1967, 1971 e 1980, prima dello spostamento della pista), Canelli e Montechiaro (una vittoria a testa ma nella vecchia sede della corsa).

Sulla nuova pista cinque vittorie per Moncalvo e San Lazzaro

In piazza Alfieri ad avere ottenuto il maggior numero di vittorie (ben cinque) sono il Borgo San Lazzaro e il Comune di Moncalvo, seguiti da Santa Maria Nuova con quattro.
A partire dal 1988 ad oggi per cinque volte ha vinto un cavallo scosso: 1990, Tanaro, 1994 e 1995, Moncalvo, 2007, San Secondo, e 2019, Baldichieri.
Purosangue: in diciassette circostanze ha vinto un maschio, tredici volte ha prevalso una femmina.
Mezzosangue: nei quattro Palii assegnati in Piazza Alfieri, tre vittorie di un maschio, 2017, Bomario da Clodia (San Lazzaro), 2019, Ribelle da Clodia (Cattedrale e sempre 2019 Farfadet du Pecos (Baldichieri). Nel 2018 vittoria di una femmina, Calliope da Clodia (Moncalvo).
Dieci i successi di un Comune (cinque Moncalvo, due Castell’Alfero e uno a testa San Damiano, Nizza e Baldichieri), ventiquattro quelli ottenuti da un Borgo o Rione cittadino. Più nel dettaglio: 8 volte ha vinto un Rione, 15 volte un Borgo. L’edizione mancante nel conteggio è quella del 2012, quando vinse San Martino San Rocco, da intendersi Rione e Borgo insieme.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail