I papà separati: «Cerchiamouna casa per stare con i nostri figli»
Attualità

I papà separati: «Cerchiamo
una casa per stare con i nostri figli»

Prenderebbero un immobile, meglio se un rustico, in comodato d’uso gratuito per realizzare una cascina didattica in un posto immerso nella natura dove i genitori separati potrebbero vivere gioiosi momenti d’incontro e di svago insieme ai propri figli, cucinando, giocando e crescendo insieme per il tempo che riescono a dedicare gli uni agli altri

L’associazione “Papà separati Asti”, fondata nel 2001 e oggi presieduta da Franco Careglio, sta lottando per dare una mano a tutti i papà che si trovano in difficoltà e in una situazione di sofferenza dopo un divorzio, soprattutto quando non riescono a trascorrere abbastanza tempo con i loro figli.
Da alcuni anni è in vigore la L.54/2006 che riconosce il principio della bigenitoralietà, secondo il quale il minore ha il diritto di tenere un rapporto equilibrato e costante con entrambi i genitori e con i parenti di entrambi, in primis i nonni.

Questo però, sovente, non avviene nella pratica e i padri separati rivendicano i loro diritti attraverso attività di protesta e informazione, oppure proponendosi portatori di progetti specifici a sostegno del diritto dei padri separati di vedere i figli per educarli insieme all’ex moglie.
L’organizzazione astigiana dona, infatti, consulenza e supporto legale e psicologico ai padri che lamentano di non poter vedere i loro figli e, attraverso l’attività svolta nella sede di via Carducci, offre loro consigli per superare il primo momento seguito alla separazione.

A questo scopo la onlus sta cercando un rustico in zona, anche in disuso, circondato da un terreno, da cui ricavare un immobile che possa accogliere temporaneamente i padri in difficoltà dopo la separazione. Una casa dedicata all’accoglienza destinata a dare riparo ai papà separati rimasti senza un tetto sulla testa e quindi in difficolità a mantenere regolari frequentazioni con i figli.

L’associazione “Papà separati” prenderebbe l’immobile in comodato d’uso gratuito: essendo un momento socio economico difficile, questo progetto permetterebbe di realizzare una cascina didattica in un posto immerso nella natura dove i genitori separati potrebbero vivere gioiosi momenti d’incontro e di svago insieme ai propri figli, cucinando, giocando e crescendo insieme per il tempo che riescono a dedicare gli uni agli altri.

L’associazione sarà tenuta a custodire e conservare la casa/cascina con diligenza per tutto il tempo stabilito dal contratto, curando il terreno ed eseguendo a proprie spese tutti gli interventi necessari di ordinaria e straordinaria manutenzione. Se qualcuno volesse rispondere all’appello, può chiamare il numero 388.9544400 o scrivere una mail a info@papaseparatiasti.it

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo