La Nuova Provincia > Attualità > Il capitolo BNI Athena punta su trenta donne
Attualità Asti -

Il capitolo BNI Athena punta su trenta donne

Si tratta dell’ultimo nato, grazie a una brillante intuizione del Director Fabrizio Lapenna, tra i Capitoli BNI ad Asti; il settimo, e la sua particolarità è la declinazione: tutta al femminile

Athena, il nuovo capitolo BNI punta su trenta donne

È nato ad Asti, si chiama AThena, è stato il primo e, per ora, è anche l’unico al mondo. Si tratta dell’ultimo nato, grazie a una brillante intuizione del Director Fabrizio Lapenna, tra i Capitoli BNI ad Asti; il settimo, e la sua particolarità è la declinazione: tutta al femminile. Un sistema, quello BNI, ideato nel 1985 in California da Ivan Misner che racchiude la più grande organizzazione internazionale di business e scambio di referenze (ad oggi conta circa 270.000 membri) composta da professionisti e imprenditori che, in modo trasparente, si aiutano reciprocamente per aumentare il proprio giro di affari.

Ottimismo e fiducia

Un mondo che trasmette ottimismo, armonia e fiducia e la cui filosofia si è nettamente percepita lo scorso giovedì sera a Teatro Alfieri in occasione del lancio di AThena in un teatro gremito dove tutte le aspettative sono state premiate.
«Le due colonne portanti sono sempre il “Givers Gain” e la “Mission” di BNI – spiega Fabrizio Lapenna – ma il valore aggiunto di questo Capitolo è dato dalle trenta (per ora) donne che lo formano.»

Professioniste e imprenditrici

Professioniste e imprenditrici che formano una squadra dove ognuna è protagonista «ma anche mamme, amiche, sorelle, mogli – continua Lapenna – che per il lancio a Teatro Alfieri si sono trasformate in perfette modelle per una ironica e bellissima sfilata».
Durante l’evento è stato poi proiettato un video in cui ognuna si è presentata e, in trenta secondi, ha spiegato perché si è avvicinata all’affascinante mondo BNI «e se lo scopo dei Capitoli è sempre quello di creare volume di affari e opportunità attraverso un sistema di relazioni profonde e durature, – aggiunge il Director – nel Capitolo AThena quello che emerge è soprattutto la grande sinergia ed energia creata dalle donne.»

Una serata riuscitissima

AThena «perché era la dea della sapienza – spiega Fabrizio Lapenna – del commercio, dell’ingegno e della guerra non intesa come violenza ma come tattica e diplomazia proprio come sanno fare, in genere, le donne.»
Una serata riuscitissima, quindi, che ha ufficializzato il Capitolo AThena, un grande evento che ha coinvolto ed emozionato e che ha strappato applausi e sorrisi per le trenta donne sul palco. Trenta donne belle, libere, talentuose, trenta donne così, «dolcemente rockettare» come le ha definite Fabrizio Lapenna presentandole.

Monica Jarre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articolo precedente
Articolo precedente