Area gioco Boncore1
Attualità

Il Comune chiude le aree-gioco, accessi limitati ai parchi pubblici

Il contagio è fermo a un caso. Il sindaco: «Non abbassiamo la guardia proprio adesso».

Giostrine off limits nelle aree verdi cittadine

Parchi-gioco per bambini off limits e aree verdi pubbliche con restrizioni agli accessi. Queste, in sintesi, le misure adottate dal sindaco Paolo Lanzavecchia «in continuità con l’opera di contrasto alla diffusione del Covid-19». Virus che, in città, pare aver subito una battuta d’arresto. «Non è il caso di abbassare, adesso, la guardia per non vanificare quanto fatto di buono» ammonisce dal suo ufficio di palazzo Anfossi. Nel consueto comunicato sulla pagina fb dell’ente il primo cittadino ha confermato che «alla data attuale (giovedì 18 marzo n.d.r.) risulta un solo cittadino affetto da positività al coronavirus», mentre persiste la quarantena dei sei soggetti asintomatici.

Stop all’utilizzo delle attrezzature ginniche all’aperto

In mattinata l’ufficio tecnico comunale ha provveduto a interdire l’accesso agli scivoli e alle altalene al parco Boncore, nell’ex invaso di Santa Caterina. Lucchetti anche ai cancelli dello spazio comunale a ridosso del peso pubblico, in vile Italia, così come alle giostrine del Campo del Vice. «Evitate di frequentare i parchi gioco e di allenamento, al fine di evitare assembramento di persone» scrive il sindaco nel comunicato. Aggiungendo, fuor dall’ufficialità, che «proprio al parco Boncore c’è un percorso ginnico frequentato, ci risulta anche in questi giorni, da molte persone che utilizzano le attrezzature in un contesto non di sicurezza». Accanto a parallele, barra e panca sono stati affissi cartelli che interdiscono l’uso gli attrezzi.

Lanzavecchia: «Prosciutto e latte acquistatelo in un’unica soluzione, non con più uscite»

Altro punto dolente, le uscite di casa ancora troppo frequenti. «Ci sono persone che, il mattino, si recano ad acquistare il prosciutto al supermercato e, nel pomeriggio, tornano all’emporio per un litro di latte o un pezzo di formaggio – conferma Paolo Lanzavecchia -. Questo comportamento è irresponsabile. Invito, dunque, ad organizzarsi nella spesa dei beni alimentari in modo da uscire di casa meno giorni possibile la settimana».

Costante la vigilanza di Carabinieri e Polizia municipale con pattugliamenti rafforzati. E’ di ieri la notizia, fornita proprio da Lanzavecchia, che le forze dell’ordine hanno “pizzicato” grazie alle segnalazioni dei residenti e le immagini delle telecamere alcuni ragazzi riuniti in crocchio sotto la volta dell’ex chiesa di San Rocco, sulla collina di Villanuova.

Servizio prelievi alla Casa della Salute solo su appuntamento

Infine, da giovedì 19 marzo, il servizio prelievi alla Casa della Salute avverrà solo su prenotazione telefonica chiamando il numero 0141-821827 dalle 10 alle 13.

 

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Scopri inoltre:

Edizione digitale
Precedente
Successivo