Dissesto idrogeologico
Attualità
Progetto

Il Comune di Villafranca cerca fondi contro il dissesto idrogeologico

Il fronte su cui è necessario intervenire è di 350 metri di lunghezza e di circa 5 in altezza

Villafranca cerca fondi contro la frana sotto alle scuole. Un progetto, redatto dall’Ufficio Tecnico, è da poco stato inviato alla Fondazione CRT per trovare risorse e avviare un intervento di ingegneria naturalistica per consolidare il versante collinare sotto l’area delle scuole. “Partecipiamo al bando ‘Piccoli comuni’ che prevede l’apertura di cantieri per l’ambiente e il territorio – spiega il sindaco Anna Macchia – Se otterremo i 20 mila euro richiesti ne metteremo altri 10 mila come cofinanziamento e potremo avviare i lavori, rimuovendo la frana e orientando lo scorrimento delle acque superficiali, intervento necessario a prevenire ulteriori fenomeni erosivi”.

Il fronte su cui è necessario intervenire è di 350 metri di lunghezza e di circa 5 in altezza, con una pendenza alquanto pronunciata. I lavori interesseranno il versante su cui insiste l’Istituto Comprensivo (è importante sottolineare che allo stato attuale non esistono pericoli di stabilità) e la parte situata di fronte al parcheggio di regione Garavello realizzato l’anno scorso dal Comune.

Attraverso il sistema dell’ingegneria naturalistica saranno create palizzate per contrastare il movimento franoso, mentre un reticolo di canalette di scolo raccoglierà le acque piovane (provenienti anche dal piazzale scolastico) e le scarpate verranno rinforzate e rinverdite con talee di piante e arbusti. “Nessun albero del piccolo bosco che si è formato negli ultimi cinquant’anni – assicura Anna Macchia – sarà abbattuto. Prevediamo, anzi, di valorizzare l’area creando un percorso in sicurezza per gli allievi dell’Istituto Comprensivo che, in entrata e in uscita, anziché percorrere via Roma in mezzo al traffico, potranno utilizzare la strada che fiancheggia il boschetto”.

Individuata anche la soluzione per garantire la manutenzione del sito, specialmente la pulizia costante delle canalette per la regimazione delle acque: saranno impiegati i volontari della Protezione Civile. Nei piani del Comune la realizzazione dell’intervento di consolidamento del versante porterà in futuro a modificare la viabilità della zona. Adesso si attende il pronunciamento della Fondazione CRT.

Nella foto: l’area sotto le scuole che il Comune intende consolidare contro le frane.

Condividi:

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Edizione digitale
Precedente
Successivo

Per la tua pubblicità su
la nuova provincia

Agenzia Publiarco
chiama il n. 0141 593210
oppure invia una mail